Crediti Foto: Instagram / Profilo ufficiale Lilo

La giovane cantautrice Lilo, fondatrice ed ex componente del duo Lylo, è tornata con “Luce Ovunque”. Nel suo nuovo singolo da solista usa la metafora del sole invernale per riflettere su ciò che appare inizialmente confortevole, per poi rivelarsi sconfortante. 

Lanciato lo scorso 26 febbraio su Spotify, Deezer, Apple Music e tutte le altre piattaforme digitali di musicale, Luce Ovunque (distribuito da The Orchard) è il nuovo singolo di Lilo. Classe 1991, la musicista e cantautrice in questo nuovo brano utilizza la figura del sole invernale, esattamente quello di novembre, per riflettere e far riflettere su tutto ciò che aprima vista appare confortevole, per poi però rivelarsi freddo e sconfortante.

Lilo, Luce Ovunque è il nuovo singolo dopo Questa Stanza: il video ufficiale

Luce Ovunque è il settimo singolo della carriera solista della giovane cantante, prima componente nonché fondatrice del duo semi-acustico Lylo, e arriva a distanza di circa un mese dal precedenze “Questa stanza”.

Il convincente brano in cui canta “Come un sole freddo di novembre c’è luce ovunque ma non serve a niente (….) Ti consegnerò i miei vuoti e questo mio spazio vitale nella distanza abissale che non riesco mai a capire”, è accompagnato anche da un video ufficiale prodotto e diretto dal film director Filippo Castellano.

Biografia Lilo

Lilo è lo pseudonimo di Laura Pizzoli, musicista e cantautrice classe 1991. All’età di 6 anni inizia a studiare pianoforte e qualche anno più tardi si dedica anche al canto moderno. Lo studio e la passione per la musica la accompagnano fino agli anni universitari. Si laurea, così, prima in Lettere Moderne e poi in Musicologia, terminando il suo percorso accademico a Parigi con una tesi sperimentale sulla vocalità nella musica pop.

Nel 2010 forma Lylo, un duo semi-acustico con cui pubblica due EP autoprodotti in lingua inglese e dal 2011 al 2016 si esibisce in locali italiani e francesi. Nel 2017 sente la necessità di intraprendere un progetto in solitaria. Abbandona l’inglese e l’acustico per dedicarsi alla scrittura in italiano e a sonorità più elettroniche. Nel 2018 diverse testate musicali la menzionano fra le nuove proposte italiane a cui dare attenzione. Questa Stanza e Luce Ovunque sono gli ultimi due singoli pubblicati nel 2020.

Crediti Foto: Instagram / Profilo ufficiale Lilo


Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Articolo precedenteFrancesco Bianconi, in arrivo a primavera l’album da solista della voce dei Baustelle
Articolo successivo“Proxima”, il capolavoro di Anna Oxa passato inosservato
Avatar
Classe 1987, scrivo di musica e spettacolo dal 2010. Ho collaborato e sono stato tra gli autori della prima ora di All Music Italia. Ho scritto anche per Velvet Music, Biopianeta, Gossip e Tv ed il blog Digital Coach.; oltre ad aver pubblicato articoli sul Corriere Del Mezzogiorno e ViviRoma Magazine. Attualmente sono redattore musicale per OA Plus con cui ho iniziato il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. La scrittura, la musica e il cibo sono le mie più grandi passioni. Ascolto soprattutto musica italiana, ma negli ultimi tempi mi sono sempre più avvicinato anche a quella internazionale, prediligendo il pop made in Europe. Ho un passione congenita per gli artisti emergenti, gli "ex talent" e i cantanti "poco noti". Dunque, nel mio piccolo, cerco di sostenere queste categorie. Ho conseguito la Laurea Triennale in "Arte e Scienze Dello Spettacolo" con una testi sul Festival di Sanremo, e poi quella Magistrale in "Professioni dell'Editoria e del Giornalismo" con una Tesi sulla Comunicazione Musicale. Nel 2018 mi sono specializzato in Digital Marketing, in modo particolare in Content Marketing, presso la Digital Coach di Milano, superando l'esame finale e ottenendo la certificazione con un voto di 100/100. Un sogno riposto nel cassetto? Beh, poter scrivere in musica! In un passato, ormai abbastanza lontano, ho scritto qualche testo per canzone e mi piacerebbe poter ricominciare, facendo di questo un'ulteriore sfumatura della mia scrittura, del mio lavoro e del mio percorso. Non m dispiacerebbe nemmeno fare qualche nuova esperienza in radio e tv. Tv, di cui dimenticavo, sono praticamente "addicted" fin da bambino. Chiudo citando una frase tratta da una bellissima canzone di Dolcenera, che negli anni è diventata un po' la risposta a tutte le mie domande, esistenziali e non: "È tutta colpa di cose ovvie".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui