“Taccagna e “Devota” di Eleonora Magnifico, cantautrice trasgressiva e giudice del contest Vorrei cantarti fra cent’anni. La recensione dei due singoli usciti su etichetta Beat Sound

È una delle cantautrici più trasgressive del panorama italiano Eleonora Magnifico, artista che nel corso degli anni ha catturato l’attenzione del pubblico con “Sono venuta”, brano geniale nel suo essere volutamente trash. Negli ultimi anni tuttavia la celebre cantante pugliese ha cambiato leggermente registro pubblicando prima nel 2013 “Taccagna” e, successivamente nel 2017, “Devota”.

Due brani che, pur rimanendo fedele alla propria cifra stilistica irriverente e spregiudicata, si discostano dalla produzione precedente, risultando forse meno immediati ma non per questo meno interessanti. “Taccagna” ha un registro infatti più triste, complice il tema del pezzo, che parla di una donna ferita da una delusione d’amore.

Su questo filone si muove anche “Devota“, che compie un ulteriore upgrade e passo in avanti dal punto di vista della produzione, curata da Beppe Stanco e Alessandro Marcantoni. In questo ultimo passaggio Eleonora Magnifico travolge l’ascoltatore con i suoi versi ficcanti e direttissimi sostenuta dall’elettronica e da un violino che rende ancora più drammatico e quasi epico le parole di una meravigliosa diva dei nostri tempi, squisitamente queer, che abbraccia la melodia italiana traslandola nel suo linguaggio personale ed emotivamente prepotente. Bellissima.

VOTO: 9/10

AGGETTIVO:  STRARIPANTE

TRACKLIST:

1. Taccagna
1. Devota

ARTISTA: ELEONORA MAGNIFICO

SINGOLI: TACCAGNA/DEVOTA

ANNO: 2013-2017

ETICHETTA: BEAT SOUND

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nosta PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS