MAHMOOD

Esce “Rapide”, il secondo singolo – dopo “Barrio” – che anticipa il secondo album di Alessandro Mahmood, artista del momento

Mahmood è tornato: lo avevamo lasciato un anno fa vincitore sul palco di Sanremo con “Soldi“, secondo poi all’Eurovision Song Contest, seguito da “Barrio“, ora ecco un nuovo brano ad anticipare un album, in uscita ad un anno da “Gioventù bruciata“, ed un tour, che lo porterà in giro per l’Europa.

Il 16 gennaio è uscito infatti “Rapide“, che anticipa il suo nuovo lavoro, mentre il video, postato appena due giorni fa su Youtube è il più cliccato, sfiorando in meno di 48 ore già il milione di visualizzazioni.

Mahmood ha anche annunciato in maniera ufficiale il suo nuovo tour (date indicate su Facebook), che lo porterà in giro per il Vecchio Continente, per l’appunto lo “European Tour 2020“. Al momento sono state comunicate dodici date, equamente divise tra aprile e maggio, di seguito riportate.

“European Tour 2020” Mahmood – LE DATE UFFICIALI

15 aprile De Roma – Anversa
19 aprile Bataclan – Parigi
20 aprile Melkweg – Amsterdam
21 aprile O2 Shepherds Bush Empire – Londra
25 aprile Sala REM – Murcia
27 aprile Sala BUT – Madrid
3 maggio Technikum – Monaco di Baviera
4 maggio Im Wizemann – Stoccarda
7 maggio Gloria Theater – Colonia
10 maggio Mojo Club – Amburgo
15 maggio Les Docks – Losanna
16 maggio  Komplex 457 – Zurigo

VIDEO E TESTO DI “RAPIDE” 

Puoi stare ore a chiedermi di non andare
Fuori dal Love, o forse era un altro locale
Io sono un po’ strano
Ti amo solo quando veniamo
Quindi perché mi sputtani in giro?
Dimmi cazzo ne sai di me, ora vado a divertirmi
È una cosa comune
Dormire con altre persone
Forse non ci sarò il venerdì a Loreto, se chiami, non risponderò
Mi ami? Dimmi di no, tradire fa ridere, ti prego, non dire: “No”
Ora che non ho niente mi difenderò
Dalla fiducia che non avevo e non ho

Dimmi cosa c’è, le vedo scendere
Sono rapide chiuse nell’iride
Che scalerò, scalerò, scalerai, scalerò
Come non lo so
Dimmi te perché mi hai fatto scendere
Da una Mercedes, prenderò un treno per che ne so?
Questa notte mi perdonerò
Nelle tue rapide non cadrò

Cosa farai se alle spalle lascerai Milano?
Chi prenderà la stanza bianca al primo piano
Non ci pensare
Il ricordo è peggio dell’Ade (dell’Ade)
Ripenso a quei pomeriggi al lago, fumando e cantando piano
Mi chiedo se ritornerai nonostante i miei mille guai
Mi chiedo se ritornerai, ah
Con il solito paio di Nike

Dimmi cosa c’è, le vedo scendere
Sono rapide chiuse nell’iride
Che scalerò, scalerò, scalerai, scalerò
Come non lo so
Dimmi te perché mi hai fatto scendere
Da una Mercedes, prenderò un treno per che ne so?
Questa notte mi perdonerò
Nelle tue rapide non cadrò

Se ti chiedo di venire al mio compleanno, mi dici che
Sul mio ultimo messaggio c’hai messo sopra una lapide
Quanti viaggi che ci mancavano, biglietti comprati all’ultimo
Lasciati sopra quel tavolo
Ora credimi se non ho più la paura di dirti
Che ho la macchina parcheggiata sotto casa non so di chi
Non era niente, lo giuro
Ma come si può chiamare “futuro”?

Dimmi cosa c’è, le vedo scendere
Sono rapide chiuse nell’iride
Che scalerò, scalerò, scalerai, scalerò
Come non lo so
Dimmi te perché mi hai fatto scendere
Da una Mercedes, prenderò un treno per che ne so?
Questa notte mi perdonerò
Nelle tue rapide non cadrò
Nelle tue rapide non cadrò

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui