Festival di Sanremo - VORREI CANTARTI FRA CENT'ANNI - Le 8 canzoni più belle. Amedeo Minghi, Mango, Mietta, Mia Martini, Lucio Dalla, Lisa, Eduardo De Crescenzo, Gianluca Grignani.
Grafica di Juary Santini

Le otto canzoni della storia di Sanremo da cantare tra cent’anni? Le ha decretate un contest di OA Plus e M.E.I. con giurati di qualità come Michele Monina.

“Vorrei cantarti fra cent’anni” è il contest sanremese, ideato da Enrico Spada e diretto da Ugo Stomeo, rispettivamente editore e direttore della testata OA Plus, in collaborazione con il patron del M.E.I. – Meeting Etichette Indipendenti Giordano Sangiorgi. Di seguito, gli otto brani finalisti decretati dalla giuria composta da ben 52 esperti del settore musicale, tra cui Michele Monina, Roberta Faccani e Daniela Pedali, facenti parte del gruppo d’ascolto di OA Plus/M.E.I. Meeting Etichette Indipendenti.

Lisa, “Oceano”: grande successo del Festival di Sanremo del 2003. Il brano è tornata alla ribalta con l’esibizione di Ilaria Porceddu, nel 2008, all’interno del talent show musicale X Factor, raggiungendo il nono posto della classifica FIMI.

Mango, “Lei verrà”: Sanremo 1986. È uno dei brani che ha lanciato il cantante lucano, prematuramente scomparso nel 2014. Il testo è del paroliere e produttore Alberto Salerno, che insieme alla moglie, la discografica Mara Maionchi, dà di fatto l’avvio alla carriera del cantante.

Amedeo Minghi, “1950”: Sanremo 1983. All’inizio non ebbe successo. In breve tempo diventa invece il cavallo di battaglia di Minghi, riproposto dallo stesso all’interno della settantesima edizione del Festival, insieme alla Big in gara Rita Pavone.

Lucio Dalla, “Piazza Grande”: fra i capolavori dell’artista bolognese, la canzone si piazzò all’ottavo posto al Festival del 1972. È stata riproposta sul palco dell’Ariston nel Sanremo 2020 da Tosca e Silvia Perez Cruz.

Gianluca Grignani, “Destinazione Paradiso”: fra i brani più noti dell’artista, si classifica sesta al Festival del ‘95, nella sezione Nuove Proposte. Nel 2006 esce la cover di Laura Pausini, inserita nel disco “Io Canto”.

Mietta, “Fare l’amore”: presentato al Festival di Sanremo del 2000, il brano è composto da Pasquale Panella, Armando e Mango. È il pezzo d’apertura della raccolta “Tutto o niente”, certificata disco di platino nel 2000.

Eduardo De Crescenzo, “Ancora”: fra i capisaldi della canzone d’autore italiana, venne presentata al Festival dell’81. Pur arrivando in finale non si piazzò tra le prime dieci canzoni, ma in compenso l’allora sconosciuto De Crescenzo vinse il premio per la migliore interpretazione, assegnatogli da una super giuria capitanata da Sergio Leone.

Mia Martini, “Almeno tu nell’universo”: fra i capolavori assoluti dell’artista, il brano viene presentato al Festival di Sanremo del 1989 e porta le firme di Maurizio Fabrizio e Bruno Lauzi. Il pezzo segna il grande ritorno sui palchi di Mia, dopo un buio periodo di allontanamento dal mondo dello spettacolo. Subito apprezzato dal grande pubblico, ottenne il Premio della Critica. Recentemente, nell’ottobre del 2017, ha nuovamente ottenuto il disco d’oro per le vendite.

CLICCA QUI E ANCHE QUI per scoprire tutti i GIURATI del contest.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui