Foto: Alessandro Gennari

Niente musica a giugno, luglio e agosto. Per i concerti estivi l’appuntamento è rimandato all’estate 2021. Una scelta, quella attuata dagli operatori della musica dal vivo, di fatto obbligata dopo le restrizioni annunciate dall’ultimo DPCM in tema di eventi di spettacolo. Niente assembramenti di pubblico, capienza limitata, rispetto rigoroso del distanziamento fra le persone: tutte cose incompatibili con eventi che richiamano fiumane di persone.

E allora ecco la decisione, unanime, presa da Assomusica e fatta propria da tutti i promoter: fermarsi quest’estate per tornare a ballare e cantare tutti assieme sotto un palco nella prossima. A saltare, quindi, non solo il tour negli stadi di Tiziano Ferro, ma anche tutti i concerti estivi e i grandi festival ormai classici appuntamenti fra giugno, luglio e agosto: dal Lucca Summer Festival al Pistoia Blues, passando per il Firenze Rocks e l’I-Days.

Così recita il comunicato di Assomusica: “Estate 2020. I grandi eventi live si fermano, alla luce delle disposizioni governative in tema di salute pubblica che vietano assembramenti di persone. Una decisione condivisa dalla gran parte dei produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo, che fanno sentire unita la loro voce. Un segnale necessario che non significa che la musica dal vivo si arrenderà.L’appuntamento con i grandi eventi live dell’estate 2020 è infatti rimandato al 2021, che sarà una stagione ancora più grande e magica che mai“.

A questo link è possibile trovare l’elenco completo degli eventi sin qui rinviati, mentre sarò cura dei singoli organizzatori fornire notizie in merito alla modalità di gestione dei biglietti acquistati.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS