classifica radio earoneairplay italia: elodie j-ax
In foto: ELodie (sx), J-Ax (dx) - Grafica a cura di Juary Santini

Classifica radio settimanale: scopriamo insieme quali sono state le canzoni italiane più trasmesse in radio attraverso le rilevazioni EarOne. Elodie, dopo aver debuttato direttamente in Top 10, con “Guaranà” conquista il gradino più basso del podio. Con lei, stabili alla due e alla tre, “Good Times” di Ghali e “Ma lo vuoi capire?” di Tommaso paradiso. “Una voglia assurda” di J-AX esordisce in settima posizione.

Classifica Radio Airplay Italiana di EarOne dal 29 maggio al 04 aprile 2020

Appena fuori dalla zona podio, in quarta posizione, ritroviamo Achille Lauro; che però scende rispetto a sette giorni fa. Flessione negativa anche per gli ultimi singoli di Pinguini Tattici Nucleari, Cara & Fedez, Marracash feat. Elisa e Irama. In salita, invece, oltre a Guaranà, anche la trascinante Non è vero dei The Kolors, che salgano dalla posizione numero 7 alla 5.

Le canzoni italiane più trasmesse nella settimana numero 23 del 2020 – Classifica EarOne

  1. GOOD TIMES – Ghali (=)
  2. MA LO VUOI CAPIRE? – Tommaso Paradiso (=)
  3. GUARANÀ – Elodie (+)
  4. 16 MARZO – Achille Lauro (-1)
  5. NON È VERO – The Kolors (+2)
  6. RIDERE – Pinguini Tattici Nucleari (-1)
  7. UNA VOGLIA ASSURDA – J-Ax (NEW)
  8. LE FESTE DI PABLO – Cara & Fedez (-2)
  9. NEON (Le Ali) – Marracash feat. Elisa (-5)
  10. MEDITERRANEA – Irama (-1)

LEGGI ANCHE: Elodie: “Guaranà” dominerà la nostra (strana) estate

Classifica radio cantanti italiani: la situazione oltre la Top 10

Esordisce in Top 20 all’undicesimo posto la collaborazione internazionale che vede insieme Negramaro e OneRepublic per Better days – Giorni migliori. Un’altra nuova entrata è rappresentata da Elisa, che ha appena rivisitato Mare mare di Luca Carboni per il progetto I Love my radio. La sua nuova cover debutta in tredicesima posizione. In salita anche il vincitore di Sanremo 2020, Diodato, con il nuovo singolo Un’altra estate, in salita dalla 20 alla 16.

Clicca qui per scoprire tutte le CLASSIFICHE di OA Plus

Grafica a cura di Juary Santini


Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Articolo precedenteMei, Rubrica. FRAMMENTI DI UN DISCORSO MUSICALE. I Tool come esempio anche in Italia
Articolo successivoPatrizia Cirulli e il conforto dei baci di catulliana memoria. Riviviamo la performance a “L’Italia in una stanza” – VIDEO
Avatar
Classe 1987, scrivo di musica e spettacolo dal 2010. Ho collaborato e sono stato tra gli autori della prima ora di All Music Italia. Ho scritto anche per Velvet Music, Biopianeta, Gossip e Tv ed il blog Digital Coach.; oltre ad aver pubblicato articoli sul Corriere Del Mezzogiorno e ViviRoma Magazine. Attualmente sono redattore musicale per OA Plus con cui ho iniziato il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. La scrittura, la musica e il cibo sono le mie più grandi passioni. Ascolto soprattutto musica italiana, ma negli ultimi tempi mi sono sempre più avvicinato anche a quella internazionale, prediligendo il pop made in Europe. Ho un passione congenita per gli artisti emergenti, gli "ex talent" e i cantanti "poco noti". Dunque, nel mio piccolo, cerco di sostenere queste categorie. Ho conseguito la Laurea Triennale in "Arte e Scienze Dello Spettacolo" con una testi sul Festival di Sanremo, e poi quella Magistrale in "Professioni dell'Editoria e del Giornalismo" con una Tesi sulla Comunicazione Musicale. Nel 2018 mi sono specializzato in Digital Marketing, in modo particolare in Content Marketing, presso la Digital Coach di Milano, superando l'esame finale e ottenendo la certificazione con un voto di 100/100. Un sogno riposto nel cassetto? Beh, poter scrivere in musica! In un passato, ormai abbastanza lontano, ho scritto qualche testo per canzone e mi piacerebbe poter ricominciare, facendo di questo un'ulteriore sfumatura della mia scrittura, del mio lavoro e del mio percorso. Non m dispiacerebbe nemmeno fare qualche nuova esperienza in radio e tv. Tv, di cui dimenticavo, sono praticamente "addicted" fin da bambino. Chiudo citando una frase tratta da una bellissima canzone di Dolcenera, che negli anni è diventata un po' la risposta a tutte le mie domande, esistenziali e non: "È tutta colpa di cose ovvie".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui