Gian Mattia D'Alberto / LaPresse

E’ il secondo libro autobiografico del cantante a distanza di sei anni da “Il libro di Morgan. Io, l’amore, la musica, gli stronzi e Dio”. A firmare l’introduzione è Vittorio Sgarbi. 

Uscirà in tutte le librerie il prossimo 26 marzo “Essere Morgan – La casa gialla” (per l’editore La nave di Teseo), il nuovo libro di Marco Castoldi, in arte Morgan, in cui il cantante racconta la sua vita attraverso gli oggetti di casa sua, quella casa che qualche mese fa è stato costretto ad abbandonare, come sappiamo.

Un libro – confessione che ha tutta l’aria di un invito al dibattito, ma che rappresenta anche un viaggio nella storia di un artista, illustrato con tavole e fotografie curate da Morgan stesso, un tour nella sua vita e nelle stanze della sua dimora.

 

Nel libro l’ex leader dei Bluvertigo racconta il travagliato percorso che l’ha portato a perdere la sua casa-laboratorio di Monza, in cui custodiva strumenti musicali, abiti di scena, canzoni inedite, manoscritti e ricordi di una vita. “Una casa sempre vissuta come un museo aperto e dedicato al bello, luogo di creazione e ispirazione non solo musicale. Nel nostro ordinamento esistono già leggi e provvedimenti che tutelano in certe forme personalità illustri, ma nessuna comprende quella naturale estensione della fantasia dell’artista che è la sua casa”, si legge sul comunicato stampa di presentazione del nuovo libro di Morgan, che vede la collaborazione di Vittorio Sgarbi come autore dell’introduzione.

“Essere Morgan – La casa gialla” è la seconda fatica letteraria di Marco Castoldi, che nel 2014 aveva già pubblicato un’autobiografia per l’editore Einaudi, Il libro di Morgan. Io, l’amore, la musica, gli stronzi e Dio”. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse