Di Chiara Sani

La Paramount ha ufficialmente confermato che si chiamerà Terminator: Dark Fate il sesto capitolo della saga, in Italia nelle sale dal 31 ottobre!

Il film è stato prodotto e scritto dal premio Oscar James Cameron (regista tra gli altri, di Alien 2, Titanic, Avatar) e diretto da Tim Miller (di Deadpool).

Nota particolare: questo capitolo riprenderà la storia da Terminator 2, ignorando completamente i tre film successivi, considerati dei fiaschi totali. Il creatore di Terminator James Cameron ha ripreso i diritti della serie, ed è già all’opera per una trilogia che riprenderà esattamente dal secondo capitolo, cancellando gli eventi accaduti nei tre film del sequel.

James Cameron ha confermato Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton (nota di gossip: sua ex moglie) nei loro iconici ruoli da protagonisti ed ha introdotto un nuovo personaggio: quello di un soldato-assassino interpretato dalla talentuosa Mackenzie Davis (già ‘replicante’ nel Blade Runner2049).

Quello che rende questo film un diretto seguito dei primi due non è solo la temporalità della trama, ma pure il tono del film: sarà cupo, violento, veloce, intenso e lineare. E sarà R-Rated, ossia esplicito per violenza e linguaggio. L’intera storia avrà luogo in sole 36 ore ed è molto focalizzata sui personaggi, sul presente, è una corsa serratissima.

Ma il punto focale, che distingue nettamente questo film dagli altri infelici sequel è il ritorno di Sarah Connor, vera anima della serie, la grintosissima eroina che lotta e combatte con tutte le sue forze per difendere l’umanità dalla supremazia delle macchine.

Una scelta, quella di James Cameron, assolutamente moderna e attuale, in perfetto stile #metoo, dal momento che l’attrice Linda Hamilton ha 63 anni e non ha problemi ad entrare in scena con un bazooka, massacrando e ‘terminando’ chiunque le si metta di traverso. Capito il tipo?