È stata effettuata l’autopsia sul corpo della dj quarantatreenne Viviana Parisi, trovata morta l’8 agosto in una località boschiva di Caronia.

Ci vorranno 90 giorni per ufficializzare quanto emerso dall’autopsia ma nel frattempo l’entomologo forense Stefano Vanin ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera.

Secondo quanto anticipato dal dottor Vanin, si escluderebbero colpi di armi da taglio e da fuoco ma non si può escludere lo strangolamento e probabilmente non si potrà mai accertare visto l’avanzato stato di decomposizione in cui è stato trovato il cadavere della donna.

L’unica cosa certa emersa dall’autopsia è che la donna sia morta proprio nel luogo dove è stata ritrovata ma ancora non è chiaro se sia stata spinta o se si sia gettata.

Nessuna notizia circa il figlio Gioele di cui ancora non è stata ritrovata alcuna traccia.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Express Viviana/Facebook