Forse non è vinta ancora la guerra, ma tante battaglie sì. Ed è quando arrivano notizie tipo quella che vi stiamo per raccontare che aumenta la consapevolezza che tutti i sacrifici fatti in questi mesi, con molta probabilità, stanno dando i loro frutti.

Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia, si è espresso chiaramente e senza troppi giri di parole: il virus è oramai molto debole e per Giugno è molto probabile che non serviranno nemmeno più le mascherine.

La spiegazione a tanta certezza, secondo Caruso, sta nel fatto che il virus si sta adattando all’uomo e sta diventando meno pericoloso. A questo non si possono, per il momento, escludere concause come l’effetto del caldo, il filtro dovuto alle mascherine e le distanze applicate.

Stando al medico bresciano, il virus isolato in vitro nelle ultime settimane risulta meno aggressivo, anche se si tratta di dati preliminari, per cui serviranno studi più approfonditi, ma il tutto fa ben sperare. Spiega, inoltre, che un virus che rimane a lungo aggressivo finirebbe per uccidere i suoi ospiti ed estinguersi con loro. La natura vuole che esso conviva e muti in modo casuale per durare, ed, evidentemente, durante l’epidemia il virus si è adattato all’uomo.

Caruso si aspetta un ritorno del contagio molto limitato e con una sintomatologia modesta, addirittura, prendere il coronavirus nelle prossime settimane potrebbe avere il risvolto positivo di raggiungere un’immunità di gregge e sparire ancor prima dell’uscita del vaccino.

Il 63nne ordinario di Brescia aggiunge, infine, che a inizio giugno si potrà stare davvero tranquilli e che ci potremo permettere un po’ di sano ottimismo dopo tutto il terrorismo fatto nei mesi scorsi quando il virus era pericoloso. E’ più che certo, ad esempio, che le sanificazioni, le distanze e le mascherine a giugno potrebbero non servire più.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nosta PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: drnadinemacaluso/instagram

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui