pitti

“Una decisone dolorosa ma inevitabile”. Così il Cda di Pitti Immagine ha spiegato la scelta, diventata ufficiale nelle ultime ore, di rinviare le fiere fisiche fino a gennaio del 2021.

Quasi obbligata la decisione, spiega il cda, una volta “preso atto dell’insufficiente numero di conferme di partecipazione e dello stato di perdurante difficoltà delle aziende”. Troppo pochi, insomma, erano i marchi che avevano deciso di aderire ai prossimi eventi previsti per settembre, ovvero Uomo, Bimbo, Filati, Fragranze, Super.

Il cda, così, ha virato su un’altra strategia resa nota attraverso una comunicazione ufficiale. “Per questa estate le energie verranno tutte concentrate sulla versione interamente digitale dei saloni stessi aperta a tutti gli espositori, forti del lavoro e degli investimenti effettuati per il varo della piattaforma Pitti Connect, nonché del consenso e dell’interesse che essa sta registrando tra gli operatori”.

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse