In questi giorni si sta muovendo un grande polverone in merito allo stop del Beachvolley che, tra tutti gli sport in ripresa, si è visto stilare un protocollo alquanto inapplicabile in merito alla riapertura dell’attività amatoriale sulle spiagge e nei centri sportivi.

Gli unici che riusciranno a beneficiare del via saranno gli atleti di interesse nazionale per cui riuscire a rispettare le rigide regole imposte non sarà un problema visto che sarà tutto a carico delle Federazioni.

Non sono state poche le voci che si sono mosse in protesta da parte degli addetti ai lavori i quali hanno anche stilato un protocollo più agile e snello da poter mettere in pratica pur di andare incontro a quello messo in opera dalla Fipav.

Ma arriva proprio a fagiolo una dichiarazione del Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, che in qualche modo spegne le proteste e riaccende le speranze dei beachers di poter rimettere presto i piedi nella sabbia e poter dare di nuovo il via ad allenamenti e partite.

A Tg2 Post, Spadafora, ha così dichiarato: “E’ ripartito quasi tutto, manca ancora l’attività più amatoriale e di base però di contatto, come la partita di calcetto o le scuola di danza. Mi auguro che nel prossimo DPCM, che entrerà in vigore dal 15 giugno, si possa aprire anche quest’altra parte dello sport. Questa è la proposta che presenterò al Consiglio dei Ministri e al Comitato Scientifico, affinché da quella data possa riaprire anche questa parte amatoriale, ma importante, perché riguarda molte piccole imprese, società dilettantistiche che gestiscono spazi in tante parte d’Italia che sono anche luoghi di aggregazione e socialità. Se la curva di contagio dovesse continuare a dare notizie positive, dal 15 giugno dovremmo ripartire anche con queste attività che per ora sono ancora bloccate”.

Nel frattempo, per sdrammatizzare la situazione di stallo in cui versa in questi giorni il Beachvolley, la Campionessa d’Italia in carica, Giulia Toti, in compagnia del suo coach Luca Tomassi e della partner del Team Urban Beach Volleyrò, Eleonora Annibalini, hanno dato il via alla fantasia e hanno ideato una canzone che ironizza sul protocollo FIPAV in attesa di tempi migliori, che, stando a Spadafora, stanno proprio arrivando.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 

Crediti Foto: screenshot video giu.toti/instagram

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui