zona rossa

Dopo Palmi, anche Mondragone è diventata da giorni zona rossa dopo l’individuazione di 49 positivi. A delimitare la zona rossa nel comune del casertano, anche viste le intemperanze che si sono registrate ieri, sono giunti 50 militari e sono stati posizionati blocchi di cemento e transenne.

Ma come spiega il Corriere della Sera nell’edizione odierna, non è l’unico comune italiano, Mondragone, dove è tornata la paura. A Bologna i casi nel focolaio all’interno della “Bartolini” sono 27 in più  rispetto a ieri, con i positivi giunti dunque a quota 91.

A Roma, nel focolaio del San Raffaele Pisana, ieri nessun caso di positività in più, ma 4 sono emersi in un istituto religioso della Capitale. A Palmi, intanto, nei quartieri Pietrenere-Tonnara-Scinà resta la zona rossa, e rimangono 8 i positivi rilevati.

Risalendo lo Stivale, in Provincia di Prato e Pistoia sono 19 i positivi, e 7 quelli individuati in una casa d’accoglienza a Como ed altrettanti a Montecchio, in provincia di Reggio Emilia.

Alla conta vanno aggiunti 11 casi ‘familiari’ a Bolzano e 13 ad Alessandria, tutti all’interno di una casa di riposo. Va ricordato che delicata è anche la situazione nell’agrigentino, in Sicilia, dove a 28 migranti sbarcati dalla Sea Watch è stato diagnosticato il Covid-19.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse