Foto Fabio Ferrari/LaPresse

Da oggi 15 giugno riaprono discoteche, fiere, cinema e teatri, e prendono il via i centri estivi per bambini. Inizia insomma a profilarsi la cosiddetta fase 3, con gli ultimi step per le aperture che però, almeno al momento, lasciano fuori scuola e grandi eventi. Vediamo le linee guida previste nell’ultimo Dpcm e cosa cambierà da oggi in poi.

Come funziona per cinema e teatri 

Per cinema e teatri l’accesso sarà possibile per massimo 200 spettatori al chiuso e mille all’aperto con mascherine. Saranno sempre valide le regole relative alla distanza sociale anche per gli operatori. Tra le regole generali, anche quelle relative al divieto di consumo di cibi e bevande durante gli spettacoli, raccomandazioni sui sistemi di ventilazione e di condizionamento e promozione delle vendite dei biglietti online per evitare file alla cassa e pagamenti in contanti.

Come funziona per le discoteche 

Nelle discoteche si ballerà a due metri di distanza mentre da fermi il distanziamento sarà di un metro. Dal 15 giugno le discoteche potranno riaprire con conta persone e termoscanner all’entrata ma i balli saranno consentiti solo all’aperto, senza contare che sarà anche vietata la vendita di bevande al bancone. Le regole non sembrano di facile attuazione per i locali, tanto che molti hanno deciso di riaprire le discoteche solo come locali per ascoltare la musica. Anche nel caso delle discoteche, dove i posti disponibili saranno praticamente dimezzati, sarà favorita la prenotazione online dei biglietti di ingresso.

Come funzionerà per i centri estivi per bambini 

Come funzionerà per sagre, fiere e cerimonie

Riprenderanno il via anche sagre e fiere con obbligo di guanti monouso, soprattutto nel caso di manipolazione del prodotto, disinfezione delle mani e distanziamento minimo tra le sedute. Infine, per quanto riguarda le cerimonie, si consiglia l’uso di spazi esterni mentre saranno obbligatorie le mascherine negli spazi interni quando non sono seduti al tavolo e all’aperto nel caso non sia possibile rispettare la distanza di sicurezza.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse