Notte San Lorenzo 2020
Crediti Foto: Shutterstock.com

La notte di San Lorenzo cade il 10 agosto, ma non è la serata migliore per ammirare le stelle. Ecco, invece, giorno e orario consigliato per assistere all’evento astronomico

Notte di San Lorenzo 

Arriva la notte di San Lorenzo 2020 e come ogni anno, sarà teatro di eventi imperdibili per tutti gli appassionati di astronomia. I romantici e coloro che hanno intenzione di esprimere desideri, potranno osservare il fenomeno delle “stelle cadenti” (o lacrime di San Lorenzo). Nella realtà, si tratta di una “pioggia di meteore” che vengono chiamate “Perseidi“, irradiate da quella porzione di “Volta Celeste” caratterizzata dalla “Costellazione di Perseo”. Nonostante il giorno dedicato al Santo cada il 10 agosto, in realtà il momento migliore per godersi lo spettacolo sarà la notte fra il 12 e il 13 agosto 2020.

Periodo migliore per osservare le stelle cadenti

Le “meteore Perseidi” sono i detriti rilasciati dalla “cometa Swift-Tuttle” durante il suo moto secolare attorno al sole (133 anni). Ogni estate, la Terra attraversa questa scia di frammenti che entrano nella nostra atmosfera e si disintegrano. Si tratta di un fenomeno che dura alcune settimane, visibile a partire dalla seconda metà di luglio. Il picco, durante il quale è facile avvistare le “lacrime di San Lorenzo”, cade fra il 10 e il 14 agosto: periodo nel quale l’orbita della Terra si sovrappone maggiormente alla scia di detriti. Il “momento clou“, del 2020, sarà fra le 22 del 12 agosto e le 4 del mattino del 13 agosto. Tra l’altro, nel lasso di tempo sopracitato, il “nostro Pianeta” incontrerà un secondo sciame di meteore, le “Delta Acquaridi”, garantendo in questo modo una notte particolarmente ricca di “stelle cadenti”.

Luogo migliore per osservare le stelle cadenti

Oltre a segnare sul calendario il giorno più propizio all’avvistamento, è opportuno ricordare alcuni accorgimenti essenziali per godersi al meglio lo spettacolo:

  • Trovare un luogo con pochissima (meglio se nulla) luce artificiale, in modo che il cielo consenta una migliore visione delle meteore
  • Concedere un po’ di tempo ai nostri per adattarsi al buio. Niente luci-display del telefono cellulare, niente pile o fonti luminose di altro tipo
  • Dirigersi verso una spiaggia oppure nei pressi di un prato (meglio ancora se situato in montagna)
Potete seguire i miei viaggi anche sui canali social: