PINACOTECA DI BRERA
Pinacoteca di Brera. Crediti Foto: Claudio Furlan / LaPresse.

Sono giorni difficili per tutti e per chi vive la cultura come un bisogno fondamentale non è facile star lontano dal suono vivo di uno strumento musicale, dalla visione materica di un quadro o ancora dalla fisicità del teatro.

Per arginare in parte la crisi che il mondo della cultura sta vivendo, che coinvolge sia chi ci lavora ma anche il pubblico che ne è parte imprescindibile, sono parecchie le iniziative che si stanno mettendo in atto, fortemente auspicate anche dal Ministro Dario Franceschini.

CONCERTI IN STREAMING

Molti i cantanti che attraverso i social si stanno esibendo in performance live e concerti domestici ma anche le prestigiose orchestre italiane si sono inventati nuovi appuntamenti.

LaVerdi ha proposto diversi concerti in streaming senza pubblico con l’hashtag #Lamusicanonsiferma.

Con il quintetto di ottoni…

O il bellissimo programma al femminile in occasione dell’8 marzo.

Quindi non semplici video di repertorio ma vere e proprie performance inedite.

Stessa cosa per La Toscanini che con l’hashtag #seguiLaT  chiede a tutti: qual è la Musica che ti accompagna? 

E così i maestri dell’orchestra stanno rispondendo con soli casalinghi come il primo violino Mihaela Costea o duetti famigliari come il primo violoncello Pietro Nappi e la sua compagna violinista Costanza Pepini.

L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia invece oltre ai concerti in streaming con i grandi interpreti come Jan Lisiecki e Sol Gabetta, propone un percorso dedicato ai bambini con On Line For Kids con vere e proprie lezioni di musica.

VISITE IN STREAMING

Ma anche i musei e le gallerie d’arte stanno proponendo visite in streaming o approfondimenti e così si sperimentano nuove modalità di fruizione che non sostituiranno mai l’esperienza reale ma in questo periodo ci fanno sentire meno soli.

La Triennale di Milano ha dato vita su Instagram al progetto Decameron: storie in streaming attraverso il quale artisti, curatori, studiosi si raccontano ogni giorno alle 17,00 

La Pinacoteca di Brera sul proprio sito ci mostra gli Appunti per una resistenza culturale.

Il MAMbo di Bologna lancia l’iniziativa 2 minuti di MAMbo: con l’hashtag #smartMAMbo vengono pubblicati video sul canale YouTube ogni giorno, dal martedì alla domenica, alle 15.00.

Il MAXXI di Roma propone, tra le altre cose, un’ottima proposta laboratoriale per i più piccoli.

Da menzionare anche Google Arts and Culture, davvero imperdibile per gli amanti dell’arte, dove è possibile visitare virtualmente i Musei Vaticani, gli Uffizi, il Louvre, la Sagrada Familia e così via.

La Biennale di Venezia sul sito web e sui social rende disponibili i “tesori” dell’Archivio Storico, le attività virtuali della Biennale Educational per studenti e famiglie, nonché alcune anticipazioni della prossima Biennale Architettura 2020.

Il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano ha deciso di raccontarsi attraverso l’hashtag #storieaportechiuse.

DOCUMENTARI E FILM

Diversi anche i siti e i canali tv che propongono documentari, riprese di spettacoli teatrali e di danza e concerti come RaiPlay (che a dire il vero ha sempre avuto una sua proposta molto variegata) e quindi sul canale tv Rai5 e SkyClassica punto di riferimento per i cultori della musica classica e dell’opera lirica.

E ovviamente non può mancare il cinema, forse l’arte meno compromessa dalla visione casalinga. Sono da segnalare i capolavori di Federico Fellini su Sky e le rarità visionabili in streaming della Cineteca di Milano. 

Insomma un bagno di cultura che può allietare le nostre giornate in casa. Buona visione!

Un disco: Quadri di un’esposizione / Mussorgsky

Un libro: Storia della bellezza / Umberto Eco / Bompiani

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nosta PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Claudio Furlan / LaPresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui