Olimpiadi Pechino 2022, il Cio sospende la Corea del Nord dopo la rinuncia ai Giochi di Tokyo

Arrivano delle novità relativamente alla Corea del Nord e alla sua presenza olimpica ai Giochi Invernali di Pechino 2022. Ebbene, al termine della riunione dell’Esecutivo Cio, il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach ha annunciato che la rappresentativa nordcoreana non sarà al via della rassegna a Cinque Cerchi in Cina.

La decisione è stata presa alla luce della rinuncia unilaterale della Corea del Nord alle Olimpiadi Estive di Tokyo, da qui la sospensione fino a fine 2022 che non le consentirà la partecipazione alla competizione cinese. Come è stato precisato da Bach, un provvedimento in quanto non vi è stato un contribuito al successo dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Tuttavia, il Cio si riserva comunque di riconsiderare il tutto, lasciando aperta la possibilità di decidere singolarmente sugli atleti nordcoreani che dovessero qualificarsi per Pechino, mentre non beneficerà di alcun aiuto da parte dello stesso Comitato Internazionale.

Il Comitato nordcoreano era stato anche avvertito delle conseguenze della rinuncia a Tokyo che ha di fatto comportato la violazione di uno degli obblighi fondamentali previsti nella carta olimpica, da qui l’inevitabile decisione.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Olimpiadi Pechino 2022 Thomas Bach

ultimo aggiornamento: 08-09-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Europei 2021: Van Dijk punta al quinto titolo continentale. La Reusser è pronta ad insidiarla

F1, George Russell ringrazia Kubica per la sua ‘formazione’: “Mi ha costretto a lavorare di più”