Prada Cup, quanti soldi spendono le squadre? Cifre Luna Rossa, Ineos e NZ: budget milionari!

Realizzare una barca che possa tentare l’assalto alla America’s Cup richiede ingenti investimenti di denaro. Parliamo di cifre milionarie, necessarie per poter effettuare un progetto degno di nota, costruire uno scafo all’altezza della situazione, ingaggiare un equipaggio competitivo, pagare la lunga trasferta. La caccia alla Vecchia Brocca è uno degli eventi sportivi più affascinanti e seguiti al mondo, ha un enorme ritorno mediatico in quasi tutto il globo (in particolar modo nei Paesi che possono godere della partecipazione di una propria flotta), ma i vari patron deve staccare dei generosi assegni.

Come evidenzia Il Sole 24 Ore, la Coppa America ha una caratteristica unica: nel suo giro d’affari, che per il 2021 si stima in 45 milioni di euro, i diritti televisivi hanno un peso limitato. Il trofeo più antico al mondo, nato addirittura nel 1851, differisce completamente da tutti gli altri sport, che si basano tantissimo sui diritti televisivi. Gli organizzatori sono anche i protagonisti in acqua: il Defender (Team New Zealand) organizza a tutti gli effetti il match race per la Vecchia Brocca, il Challenger of Record (Luna Rossa) organizza il trofeo degli sfidanti per decidere chi potrà fronteggiare i kiwi.

La America’s Cup non ha quindi un promotore (come ad esempio accade in F1 con Liberty Media e in MotoGP con Dorna), dunque i vari team hanno l’obiettivo di raggiungere la maggiore audience televisiva in giro per il mondo in modo da garantire visibilità agli sponsor sfoggiati sulle imbarcazioni. Non ci sono nemmeno i contributi dal botteghino, perché l’ingresso al porto e al villaggio è gratuito.

Quali sono gli investimenti fatti dai vari sodalizi? Il Sole 24 Ore fa un sunto di quanto era circolato nelle ultime settimane: parla di 60 milioni di euro per Team New Zealand, di 125 milioni di euro per Ineos, di circa un centinaio di milioni di euro per American Magic e di 65 milioni di euro per Luna Rossa. Sulla cifra dell’equipaggio italiano, sponsorizzato da Prada e Pirelli, il quotidiano fa una precisazione: ha contattato direttamente il team, il quale ha sottolineato che soltanto al termine della campagna sarà stilato il bilancio finale.

Foto: Luna Rossa Press

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prada Cup, Luna Rossa domina da Alfa a…Echo! Padroni in tutte le situazioni, 4-0 su Ineos

Prada Cup, quante vittorie servono a Luna Rossa per disputare la America’s Cup? Siamo a metà dell’opera…