Ciclismo, squadre in crisi: sei World Tour tagliano gli stipendi, 3 in cassa integrazione. Tutte le cifre e gli scenari

La pandemia ha colpito duramente il mondo del ciclismo, una vera e propria crisi economica si è abbattuta sull’universo del pedale e ha costretto moltissime squadre a rivedere i propri budget oltre a chiedere sacrifici ai propri dipendenti. Moltissime compagini World Tour sono infatti in crisi e sono dovute intervenire per rimanere a galla visto che non andranno in scena corse fino a luglio, sperando poi di tornare gradualmente in gruppo e di disputare gli eventi principali come i tre Grandi Giri e le Classiche Monumento oltre ai Mondiali.

Tra le formazioni che fanno parte della “Champions League del ciclismo” ben sei hanno provveduto a un taglio degli stipendi: Astana (riduzione del 30%), Bahrain-McLaren (30%, ma i soldi detratti verranno restituiti successivamente), CCC (addirittura 80%), Lotto-Soudal (10%), Mitchelton-Scott (70%), EF Pro Cycling (taglio non precisato). Tre compagini francesi, sempre del circuito World Tour, sono invece dovute ricorrere agli ammortizzatori sociali: AG2R La Mondiale, Cofidis, Groupama-FDJ si sono rivolte al “chomage technique”, sostanzialmente l’equivalente della nostra cassa integrazione. La Deceunick-Quick Step ha invece deciso di tagliare gli stipendi dello staff tecnico mentre i corridori rimangono regolarmente a libro paga. E per quanto riguarda le Professional italiane? La Bardiani-CSF si è rivolta alla cassa integrazione, Androni-Sidermec e Vini Zabù-KTM non posso appoggiarsi a quel sistema ma hanno fatto sapere di non avere problemi in relazione ai pagamenti come riporta Spazio Ciclismo.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
World tour ciclismo 2020

ultimo aggiornamento: 21-04-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf, come si tornerà a giocare: riapertura dei campi in vista, le regole da rispettare

Rugby, il Pro14 potrebbe riprendere a luglio. Tutte gli scenari di un’ipotesi alquanto ottimistica