Atletica, Mondiali 2017 – Alto da vertigini: Mariya Kuchina trionfa, che battaglia con Levchenko e Licwinko! Serve 2.03 per l’oro, niente record del mondo

Maria-Kuchina.jpg

Il pronostico della vigilia è stato confermato ma la gara è stata davvero bellissima e combattuta, in maniera inattesa considerando quanto visto in stagione. Mariya Kuchina-Lasitskene si è meritatamente laureata Campionessa del Mondo del salto in alto ma oggi ha dovuto sudare il suo trionfo complice un inatteso errore a 1.99, misura superata al primo tentativo dall’ucraina Yuliia Levchenko e dalla polacca Kamila Licwinko.

A quel punto la Campionessa del Mondo in carica ha dovuto rimboccarsi le maniche e ha prontamente ruggito a 2.01, alla prima prova. Doveva essere un colpo da scacco matto e invece la Levchenko ha superato la misura al secondo assalto. Si sale addirittura a 2.03 per vincere l’oro e qui l’ucraina non può nulla: Lasitskene vola e legittima il dominio stagionale chiudendo i conti.




 

Tutti si attendevano l’assalto al record del mondo, già tentato un mesetto fa a Losanna dopo aver piazzato un superlativo 2.06. Lasitskene, però, decide di lasciare stare il mostro sacro Konstadinova (2.09 trent’anni fa) e prova a realizzare il record nazionale facendo alzare l’asticella a 2.08. Arrivano tre nulli netti, segno che oggi Mariya non ne aveva davvero più. Già detto dell’argento dell’ucraina Yuliia Levchenko, il bronzo finisce al collo della polacca Kamila Licwinko (1.99 alla prima poi due nulli a 2.01 e un fallito tentativo estremo a 2.03).

 

Lascia un commento

scroll to top