Tiro a volo, Olimpiadi Rio 2016, Marco Innocenti: “È per le mie bimbe”

Marco-Innocenti-tiro-a-volo-foto-mandata-dalla-cugina.jpg

Felice e soddisfatto con al collo la medaglia d’argento, Marco Innocenti è consapevole di aver conquistato una medaglia che mancava nella sua brillante carriera: “Questa medaglia mi ripaga dei tanti sacrifici fatti – ha dichiarato al termine della premiazione con l’argento al collo – Questo argento rappresenta tantissimo, sia per me sia per tutti quelli che hanno creduto in me, partendo dalla mia famiglia arrivando fino al CT, al Presidente ed al Consiglio Federale, che mi hanno dato la possibilità di esserci. Ho sparato tutto il giorno con in testa le mie due bimbe, a loro ho pensato quando lottavo per la qualificazione ed a loro è andato il primo pensiero dopo la fine della semifinale”.

Il montemurlese ha inoltre dichiarato di essere propenso a lasciare al termine della stagione:  “Adesso andrò a fare la Finale di Coppa del Mondo a Roma ad ottobre, poi non so, ma credo che lascerò. Non è facile lavorare ed allenarsi mantenendo costanza e profitto. Ero partito con questa idea in testa e credo che resterà questa anche al mio rientro. Ho la fortuna di avere una squadra fatta di tanti tiratori validi, il mio compagno di squadra qui a Rio Antonino Barillà, ma anche Daniele Di Spigno, Alessandro Chianese, Davide Gasparini e tanti altri. Sapranno sicuramente mantenere alto il nome del nostro paese”. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top