Olimpiadi Rio 2016, le speranze di medaglia dell’Italia e il borsino di domenica 21 agosto

Frank-Chamizo-Lotta-Fijlkam.jpg

Scopriamo le speranze di medaglia dell’Italia e il borsino di domenica 21 agosto, ultimo giorno delle Olimpiadi di Rio 2016.

ATLETICA 

Ore 14.30, Maratona maschile

L’atletica italiana si aggrappa a Daniele Meucci per non chiudere le Olimpiadi con un pesante ‘zero’ nella casella medaglie. Il campione d’Europa in carica della 42 km e 195 metri ha preparato l’evento con cura maniacale. E’ pronto. Se riuscirà a tenere il passo dei migliori fino al 30° km, a quel punto potrà giocarsela con chiunque, perché dotato di un cambio di passo importante, che potrebbe far male anche agli avversari africani. L’impresa è difficile, ma non impossibile.

Daniele Meucci (40%)

GINNASTICA RITMICA

Ore 16.00, finale concorso generale a squadre

L’ora delle Farfalle. Cancellare una stagione sottotono e ritrovarsi nell’evento più importante, per confermare il podio di Londra 2012. La Russia sembra fuori portata, per il podio le azzurre dovranno fare la corsa su Bulgaria, Bielorussia ed Israele. Fondamentale portare a termine esercizi puliti: eventuali perdite di attrezzo equivarrebbero alla fine del sogno.

Italia (50%)

MOUNTAIN BIKE

Ore 17.30, cross-country maschile

Confidiamo in Marco Aurelio Fontana, il più classico uomo da grandi appuntamenti. In ombra per quasi un intero quadriennio, l’azzurro è convinto di poter bissare il bronzo di Londra 2012. Servirà un’impresa.

Marco Aurelio Fontana (20%)

LOTTA

Ore 17.45, sessione finale -65 kg lotta libera

L’Italia cala l’asso Frank Chamizo. L’italo-cubano, campione d’Europa e del mondo in carica, insegue l’oro del Grande Slam, che lo proietterebbe nella leggenda. L’avversario più pericoloso sarà l’azero Toghrul Asgarov, campione olimpico a Londra 2012 nei -60 kg: i due potrebbero trovarsi in semifinale.

Frank Chamizo (70%)

PALLAVOLO 

Ore 18.15, finale maschile: Brasile-Italia

E’ forse il momento più atteso dell’intera Olimpiade azzurra. La partita che può cambiare davvero il corso della storia. Il Brasile è favorito, gioca in casa e sembra tutto apparecchiato per un successo verde-oro. Mai come questa volta, tuttavia, l’Italia sembra in grado di provarci. La vittoria sui sud-americani nella fase preliminare deve dare fiducia. C’è un Maracazinho da espugnare. A nostro avviso, si parte alla pari!

Percentuale di vittoria della finale: 50%

federico.militello@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top