Ciclismo su pista, Olimpiadi Rio 2016: i quartetti azzurri per sorprendere

inseguimentomaschile.jpg

Con le qualificazioni odierne prenderanno il via le gare dell’inseguimento a squadre di ciclismo su pista alle Olimpiadi di Rio 2016. Dopo il ripescaggio della squadra maschile, l’Italia si presenterà alla partenza della gara con formazioni di entrambi i sessi.

Al maschile si prospetta una gara dall’elevatissimo contenuto tecnico. Gran Bretagna e Australia, secondo i rumor emersi dal Brasile, stanno abbattendo a più riprese il record del mondo durante gli allenamenti e dovrebbe chiudere in prima e seconda posizione. Sembra ci sia da stabilire solo l’ordine con l’Australia che agli scorsi Mondiali ha vinto con poco più di un secondo di margine, mentre il Team GB pare sia cresciuto di colpi. Il bronzo potrebbe arrivare con un tempo prossimo o leggermente inferiore ai 3’55”. Danimarca e Nuova Zelanda sono favorite per conquistare il terzo gradino del podio, ma il quartetto italiano (Lamon, Scartezzini, Consonni, Bertazzo e il campione del mondo della prova individuale Filippo Ganna) può provare ad inserirsi, pur senza aver eseguito una preparazione specifica per la rassegna a Cinque Cerchi. Il talento e il gruppo hanno dimostrato di valere questo genere di prestazioni e posizioni a livello mondiale.

Sono cinque, invece, le squadre che sembrano avere qualcosa in più rispetto alle altre in campo femminile. Gli Stati Uniti d’America hanno vinto il Mondiale a Londra, ma la Gran Bretagna e l’Australia, anche in questo caso, potrebbero avere nelle gambe un tempo paragonabile a quelle delle rappresentanti statunitensi. Interessanti, come outider per il podio, le formazioni di Canada e sopratutto Nuova Zelanda, che potrebbe inserirsi nella zona medaglia. Alle spalle di queste squadre l’Italia: Valsecchi, Pattaro, Frapporti, Bartelloni e Guderzo hanno nelle proprie corde un sesto posto più che onorevole alle spalle delle superpotenze mondiali che in questo momento sembrano avere una marcia in più.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Fabio Pizzuto

Tag

Lascia un commento

Top