Boxe, Olimpiadi Rio 2016: il tecnico azzurro Francesco Damiani annuncia le dimissioni

Boxe-Francesco-Damiani-FPI.jpg

Un’edizione olimpica senza medaglie non è usuale per la boxe italiana, che negli ultimi quadrienni si era sempre distinta arricchendo il medagliere azzurro con metalli pregiati. Questa volta, invece, le prestazioni dei pugili tricolori sono state decisamente deludenti, e già da ora possiamo dire con certezza che a Rio 2016 non ci saranno podi, nonostante le ambizioni dichiarate alla vigilia.

Una situazione alla quale hanno fatto seguito le dimissioni del tecnico azzurro Francesco Damiani, anche se la scelta era in realtà già stata fatta prima del disastro a cinque cerchi. L’ex pugile si è così espresso attraverso i social network: “È arrivato il momento di salutarvi e, come avevo annunciato un po’ di tempo fa, con questa Olimpiade chiudo la mia collaborazione con la Fpi, anche se non con il pugilato. È mia premura comunque ringraziare innanzi tutto i ragazzi che ho avuto l’onore di allenare che mi hanno seguito, ascoltato e a volte sopportato: cito i nomi dei gruppi olimpici che si sono susseguiti perché mi è più facile ricordare. Ma non sono meno importanti tutti i ragazzi passati nel centro federale di Santa Maria degli Angeli. Olimpiadi di Atene 2004 – Olimpiadi di Pechino 2008 – Olimpiadi di Londra 2012 e Olimpiadi di Rio 2016 : Alfonso Pinto, Manuel Cappai, Vincenzo Picardi, Vittorio Parrinello, Alessio Di Savino, Carmine Tommasone, Domenico Valentino, Michele Di Rocco, Vincenzo Mangiacapre, Valentino Manfredonia, Clemente Russo, Daniel Betti, Guido Vianello e Roberto Cammarelle. Inoltre tutti i ragazzi che hanno contribuito con la loro partecipazione alle sedute di allenamento a raggiungere risultati non solo olimpici (campionati d’Europa, campionati del mondo e tutti i restanti tornei). Grazie innanzitutto ai miei due maestri Franco Falcinelli e Nazzareno Mela che oltre ad avermi guidato prima come atleta mi hanno poi sostenuto appoggiato ed insegnato tutto come tecnico. Inoltre ringrazio i tecnici che mi hanno seguito nel corso della lunga carriera come allenatore Nazzareno Mela (Atene 2004) Vasily Filimonov (Pechino 2008) Raffaele Bergamasco e Sergey Korchynskyy (WSB e Olimpiadi di Londra 2012), Vittoriano Romanacci per le Olimpiadi di Rio 2016. L’insostituibile Dottor Francesco Rondoni e Fabio Morbidini che mi hanno supportato per 15 anni. Tutti i componenti degli uffici amministrativi e logistici , l’attuale presidente federale Alberto Brasca ed il segretario Alberto Tappa. Non posso non ricordare il mio grande amico Maurizio Stecca che anche se in un altro settore è stato sempre al mio fianco e compagno d’avventure da sempre. Grazie“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

One thought on “Boxe, Olimpiadi Rio 2016: il tecnico azzurro Francesco Damiani annuncia le dimissioni”

  1. Luca46 scrive:

    Dispiace perchè ha da sempre guidato con passione e professionalità ottenendo risultati di prestigio. Speriamo che chi ti seguirà sappia ottenere altrettanto.

Lascia un commento

Top