Boxe, Olimpiadi Rio 2016: Estelle Mossely si aggiudica il titolo olimpico delle 60 kg

Boxe-Estelle-Mossely-1.jpg

Estelle Mossely


Campionessa mondiale in carica, la francese Estelle Mossely si è confermata come miglior interprete della categoria dei pesi leggeri (60 kg), aggiudicandosi la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Con il calo di prestazioni della fuoriclasse irlandese Katie Taylor, infatti, la ventiquattrenne di Créteil si sta imponendo come leader di questa divisione di peso, raccogliendo l’eredità dell’atleta più vincente nella storia del pugilato dilettantistico al femminile. In finale, Mossely ha affrontato la pericolosa cinese Yin Junhua, venticinquenne che già vanta nel proprio palmarès diverse medaglie nelle competizioni internazionali. L’inizio dell’incontro è stato alquanto equilibrato e caratterizzato da una lunga fase di studio, con i giudici che hanno premiato la cinese. Dal terzo round, però, la francese è riuscita ad imporre un ritmo molto più elevato all’incontro, e l’atleta asiatica ha dimostrato di subire i colpi della campionessa iridata. Il verdetto finale ha dunque visto Mossely imporsi per split decision: 37-39, 38*-38, 39-37.

Le medaglie di bronzo sono andate alla russa Anastasiia Beliakova, sconfitta in semifinale da Mossely per KO tecnico alla prima ripresa con tanto di infortunio al gomito, ed alla veterana finlandese Mira Potkonen, che a trentacinque anni conquista il suo risultato più importante di carriera dopo aver sconfitto, ai quarti di finale, proprio la campionessa olimpica di quattro anni fa, Katie Taylor. Ricordiamo che in questa divisione di peso era presente anche l’azzurra Irma Testa, battuta da Mossely ai quarti di finale con verdetto unanime.

CLASSIFICA FINALE
1 FRA MOSSELY Estelle
2 CHN YIN Junhua
3 RUS BELIAKOVA Anastasiia
3 FIN POTKONEN Mira
5 ITA TESTA Irma
5 AZE ALEKSEEVNA Yana
5 USA MAYER Mikaela Joslin
5 IRL TAYLOR Katie

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top