Beach volley Olimpiadi Rio 2016. Derby azzurro: Nicolai/Lupo ai quarti col brivido

lupo-nicolai-13.8.2016.jpg

Ci hanno voluto mettere un po’ di sale in coda per renderlo assolutamente indimenticabile, questo derby azzurro giocato sul palcoscenico più importante del mondo, Nicolai/Lupo e Ranghieri/Carambula. Quello che sembrava un tranquillo finale dopo una partita dominata da Lupo/Nicolai è diventato una bolgia con quattro match ball annullati, proteste, rabbia e forse anche un errore arbitrale.

Alla fine Paolo Nicolai e Daniele Lupo vincono 2-0 e diventano i primi azzurri della storia a raggiungere per due volte i quarti di finale del torneo olimpico (a quattro anni di distanza da Londra) e ora attendono di sapere con chi dovranno giocarlo il quiarto di finale, i padroni di casa Pedro/Solberg o le rivelazioni russe Liamin/Barsuk. In attesa di saperlo possono festeggiare nella notte di Rio il successo contro i “cugini” Ranghieri/Carambula, ribadendo la leadership a livello nazionale in quella, però, che è la prima vittoria ufficiale contro l’altra squadra della nazionale azzurra che finora, nei tre precedenti, aveva sempre prevalso.

Più solidi, più efficaci in tutti i fondamentali, Nicolai/Lupo per quanto si è visto oggi in campo hanno meritato il passaggio del turno. Lupo ha vinto il duello a distanza dei difensori con un Carambula fin troppo falloso e poco consistente (come era accaduto anche nelle sfide precedenti) in attacco, mentre Nicolai e Ranghieri si sono equivalsi a muro con una leggera prevalenza dell’abruzzese che si conferma uno dei migliori al mondo nel ruolo.

Nel primo set non c’è storia. Sembra di rivedere Lupo e Nicolai del giorno prima nel lucky loser: travolgenti gli azzurri che vanno sul 10-5 e poi sul 17-8 con una facilità disarmante per gli avversari. Ranghieri/Carambula riordinano le idee, ritrovano il cambio palla ma non basta per rimontare: 21-12.

In avvio di secondo set il muro di Ranghieri e la difesa di Carambula fanno la differenza. Lupo perde lucidità e Ranghieri/Carambula voano sul 9-5. Sul 13-10 qualcosa si inceppa in casa Ranghieri e Carambula e Nicolai/Lupo tra un muro e una rigiocata ne approfittano per pareggiare a quota 15 e tentare una fuga che sembra risolutiva sul 19-16. Lupo regala quattro set balla alla sua coppia ma qui succede l’incredibile. Lupo sbaglia un paio di attacchi e Ranghieri trova un muro spettacolare per il 20-20. Ranghieri/Carambula passano addirittura in vantaggio, 20-21 ma Lupo risponde con un attacco vincente, poi due palle contestate (e non poco) da Ranghieri/Carambulka regalano la vittoria alla coppia campione d’Europa che scrive una pagina di storia del beach italiano.

Tag

Lascia un commento

Top