Calcio: Under 21, quanti nomi snobbati da Di Biagio

oa-logo-correlati.png

La nuova Italia Under 21 di Luigi Di Biagio è un cantiere ancora in alto mare. Il 3-1 rimediato a Rieti contro il Belgio fa male, specialmente con il match di ritorno previsto già per ottobre. Ha portato un’iniezione di fiducia, invece, il successo esterno per 2-0 a Cipro: la qualificazione ai play-off, almeno come miglior seconda, è ancora alla portata degli azzurrini.

Ciò che però preoccupa maggiormente è la mancanza di qualità della squadra. Aspettarsi ancora i fuoriclasse della gestione Mangia sarebbe stato utopico, ma la verità è che i ragazzi scelti dall’ex centrocampista di Inter e Roma sono ancora acerbi e faticano a trovare spazio addirittura in Serie B. Senza minutaggio costante, ovvio crollare fisicamente nella ripresa (come capitato contro il Belgio) e non poter usufruire della giuste dosi di esperienza e scaltrezza necessarie in campo internazionale.

I “big”, però, ci sarebbero eccome. Murru, Berardi e Ceccherini, tre titolari nella massima categoria, snobbati dal ct per svariati motivi. Il codice etico, per cui paga l’attaccante classe 1994 del Sassuolo, è un fattore fondamentale per la crescita del gruppo. Rischiare di tirarsi la zappa sui piedi, però, andrebbe evitato. Senza nulla togliere ai vari Fedato, Improta e Belotti, la punta degli emiliani sarebbe già pronta per guidare l’Under 21 verso il salto di qualità. Lo stesso vale per il terzino del Cagliari e per il centrale livornese, i quali stanno incamerando ottime prestazioni nonostante la giovanissima età.

Ottobre si avvicina, si volerà in Belgio. Per non mancare la qualificazione agli Europei 2015 ed alle Olimpiadi di Rio 2016, la sfida di Bruxelles sarà già quasi decisiva. Vedremo nomi nuovi? A Di Biagio l’ultima parola.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Tag

Lascia un commento

Top