Nuoto: D’Arrigo, Mondiale Junior positivo. E adesso gli Usa!

oa-logo-correlati.png

Andrea Mitchell D’Arrigo, stileliberista azzurro classe 1995, ha conquistato ai Mondiali Junior di nuoto in corso di svolgimento a Dubai una medaglia di bronzo nei 200 sl e un quarto posto nella distanza doppia. L’italiano, una delle promesse più pure del Bel Paese in corsia, può dunque ritenersi soddisfatto per non aver fallito l’appuntamento più importante della stagione. Il podio, infatti, era un obiettivo alla portata, ma tutt’altro che semplice. Sfumato nei 400, il 18enne di Castel Gandolfo è stato ottimo a ritrovare la concentrazione il giorno successivo e a chiudere terzo nei 200, alle spalle delle stelle del pianeta, con l’eccezionale tempo di 1’48”28, nuovo record giovanile.

Il futuro sorride all’azzurro. Il talento è cristallino, la bracciata imperiosa, la testa sembra esserci. Punto fondamentale quest’ultimo: quante giovani stelle, in Italia, si sono perse con il passare degli anni dopo aver dominato a livello giovanile? D’Arrigo sembra destinato ad un’altra strada, quella dell’esplosione. Ci penserà Gregg Troy, tecnico americano che tra qualche settimana abbraccerà il nuotatore laziale. Sì, perché finite le vacanze Andrea tornerà in America, la sua seconda patria, il posto ideale dove allenarsi alla corte di uno dei coach più vincenti degli Usa. A tu per tu con Ryan Lochte, colui che nelle ultime stagioni ha lottato metro a metro con un certo Micheal Phelps: mica male come ‘compagno di fatiche’. La persona giusta da cui studiare ogni minimo dettaglio e segreto per primeggiare in acqua.

Da Dubai a Gainesville, il futuro attende Andrea Mitchell D’Arrigo. Dopo il bronzo iridato junior, si lavorerà verso Kazan 2015 e Rio 2016 su 200 e 400 stile libero. In Italia, noi, non potremo far altro che aspettare di conoscere i progressi del fuoriclasse yankee.

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Clara Violeta Biondo/Ipp

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top