Nuoto, Adam Peaty è un missile: muro dei 58″ abbattuto nei 100 rana

Adam-Peaty-nuoto-foto-facebook-fina-deepbluemedia.jpg

Nel primo giorno dei Trials britannici di nuoto la vasca di Sheffield diventa il palcoscenico di un atleta che ha in sè davvero poco di umano, valutando le sue prestazioni. Ci riferiamo al campione mondiale ed olimpico dei 100 rana Adam Peaty che, dopo essersi riscaldato nelle batterie con un 58″56 “più che discreto”, ha conquistato il titolo nazionale con uno spaziale 57″79 (il suo quarto miglior crono alle spalle del trittico cronometrico fantasmagorico di Rio 2016).

Un tempo che la dice lunga sulle ambizioni del 22enne di Uttoxeter sempre più dominatore della specialità e distante dal resto della concorrenza mondiale. Un passaggio ai 50 metri da 27″01 (terzo tempo dell’anno per intenderci nell’unica vasca di questo stile) ed un ritorno da 30″78 hanno consentito al fenomeno di “Sua Maestà” di mettersi in mostra in tutta la sua potenza acquatica e per il resto della concorrenza c’è stato poco da fare.

Immagine

Alle spalle di Peaty, con notevole distanza, troviamo Ross Murdoch (1’00″00) e  James Wilby (1’00″05). Altri due iscritti al club del sub-1’01”: Craig Benson (4° 1’00″20) e Charlie Attwood (5° 1’00″50). Riscontri degni di nota ma “Quello lì” fa un altro sport…

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina facebook Fina

Tag

Lascia un commento

Top