F1, GP Bahrain 2017: Ferrari, la gara ti fa bella! Il segreto è nella “gentilezza” sulle gomme

Vettel-2-Ferrari-FotoCattagni.jpg

Inutile negarlo, dopo la qualifica di ieri e quelle due Mercedes in prima fila, un po’ di paura c’era. ll pessimismo incominciava a serpeggiare tra i sostenitori della Ferrari, intimoriti da quel mezzo secondo inflitto dalle Frecce d’Argento nelle qualifiche del GP del Bahrain, terzo round del Mondiale 2017 di F1. Tuttavia, in modo quasi inaspettato, erano stati gli stessi avversari a prefigurare un quadro diverso per la domenica. Sul passo e la durata la Ferrari verrà fuori, questo il concetto esposto.

Nessuna pretattica ma pura realtà. Ebbene si, quest’oggi, sotto le luci artificiali di Sakhir, la Rossa si è fatta un bel regalo di Pasqua (seconda vittoria in 3 GP) confermando le sue grandi attitudini quando la benzina è molta nel serbatoio. Ma come spiegare questa trasformazione? Qual è il segreto della vettura di Maranello così consistente in corsa?

Nessuna formula magica. La spiegazione risiede nella “gentilezza” sulle gomme. La SF70H è quella che meglio riesce a “salvare” le mescole Pirelli riuscendo a mantenere uno standard prestazionale di alto livello per più tornate, specie con le coperture più morbide. Il degrado, anche per l’ottimo carico aerodinamico di cui è dotata la vettura, viene minimizzato esaltando altresì la guida di Sebastian Vettel. Il tedesco, infatti, sembra essere rinato sulla nuova creatura del Cavallino Rampante, trovando nuova linfa ed energia, come confermato dalle manovre esibite nel corso di quest’inizio di campionato oltre che per i riscontri cronometrici. Una Rossa che con la gara, dunque, si fa bella!

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top