Equitazione, Salto Ostacoli. Global Champions Tour 2017: Alberto Zorzi secondo a Miami Beach! Brilla anche Lorenzo De Luca

Alberto-Zorzi-Equitazione-Salto-Ostacoli-Foto-Grasso-FISE.jpg

Italia ancora una volta grande protagonista nella seconda tappa della Longines Global Champions Tour 2017, che si è svolta nel weekend a Miami Beach. Il Caporal Maggiore dell’Esercito Alberto Zorzi ha sfiorato il successo nel Gran Premio CSI5*, realizzando un doppio netto e chiudendo il barrage al secondo posto in sella a Cornetto K col tempo di 37.96 secondi, a soli 57 centesimi di distanza dal vincitore, il belga Jerome Guery con Grand Cru van de Rozenberg, che ha fermato il cronometro sul tempo di 37.39 secondi. Sul terzo gradino del podio è salito un altro belga, Nicola Philippaerts con Chilli Willi, che ha completato il barrage in 39.50 secondi. Soltanto quattro cavalieri hanno preso parte al barrage, ma l’olandese Harrie Smolders si è arreso subito, accumulando otto penalità e chiudendo la sua prova decisamente lontano dai primi.

Quattro penalità nel percorso base hanno precluso a Lorenzo De Luca la chance di partecipare alla prova conclusiva e lo hanno confinato al decimo posto, ma l’Aviere Scelto si è distinto nella gara grossa di venerdì in sella a Halifax van het Kluizebos, conquistando la vittoria nella prova mista (h. 145/150) con un doppio netto e un barrage completato in 32.64 secondi. Alle sue spalle si sono piazzati il tedesco Christian Ahlmann con Caribis Z (33.83 sec) e la statunitense Jessica Springsteen con Davendy S (34.13 sec).

Il weekend eccellente di Alberto Zorzi ha trovato conferma anche nella Global Champions League, in cui la Valkenswaard United, squadra in cui milita il Caporal Maggiore, si è piazzata al secondo posto dopo aver vinto la prima tappa a Città del Messico. Zorzi ha realizzato due splendidi percorsi netti in sella a Cornetto K, ma le otto penalità accumulate dal suo compagno di squadra Bertram Allen con Hector van d’Abdijhoeve lo hanno costretto ad accontentarsi del piazzamento d’onore alle spalle dei London Knight, composti dal britannico Ben Maher con Don Vito e lo statunitense Kent Farrington con Creedance e Dublin, che hanno accumulato lo stesso numero di penalità ma hanno concluso la prova in 135.43 secondi, a fronte dei 143.97 secondi dei Valkenswaard United. Terzi i St Tropez Pirates, composti dal belga Jerome Guery e dal francese Simon Delestre, mentre i Rome Gladiators di Lorenzo De Luca, dell’egiziano Abdel Said e della statunitense Laura Kraut hanno ottenuto un discreto sesto posto.

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Grasso/FISE

Lascia un commento

Top