Volley, SuperLega – Playoff Scudetto: Trento batte Perugia, Lanza & Co. avanti 1-0 in semifinale. Zaytsev non basta

Giannelli-Trento-Coppa-Italia-volley.jpg

Trento inizia alla grande la semifinale dei Playoff Scudetto di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile. I dolomitici, infatti, mantengono l’imbattibilità casalinga stagionale e sconfiggono Perugia con un pesante 3-1 (16-25; 25-22; 26-24; 25-22). L’attesa gara1 tra la seconda e la terza della regular season regala spettacolo, i vicecampioni d’Europa non steccano e mantengono a debita distanza i Block Devils dopo aver perso il primo set.

Decisivo il finale del terzo parziale, vinto ai vantaggi dai ragazzi di Lorenzetti: lì è girata definitivamente la partita e la Diatec ha mosso il primo passo verso la Finale. La serie è lunghissima ma ora Perugia ha già le spalle al muro: deve assolutamente vincere al PalaEvangelisti la prossima settimana se non vuole già compromettere la rincorsa verso il tricolore.

Oggi Trento ha messo in difficoltà gli avversari con un grande servizio e un muro di peso, sfruttando qualche imprecisione degli avversari. In stagione era finita con una vittoria a testa, ma la prima vera partita importante è finita in tasca a Lanza e compagni. È stato proprio il capitano a trascinare i suoi compagni (15 punti) affiancato da buon Tine Urnaut (11) e soprattutto ispirato dal solito Simone Giannelli che ha fiutato la grande verve dei centrali Simon Van Voorde (13, 3 aces e 2 muri) e Sebastian Solé (9, 2 muri). Qualche difficoltà in più, invece, per l’opposto Jan Stokr (7) che ha fatto staffetta con Gabriele Nelli (3).

A Perugia non è bastato Ivan Zaytsev. Lo Zar ha fatto la sua partita, si è espresso su buoni livelli proprio nel momento clou (16 punti) ma a mancare è invece stato l’opposto Atanasijevic, fermo soltanto a 13 punti. Doppia cifra anche per il centrale Marko Podrascanin (11, 3 muri) affiancato da Emanuele Birarelli (3 aces). Dall’altra parte del tabellone ricordiamo la vittoria di Civitanova su Modena al tie-break.

 

Lascia un commento

Top