Volley, Champions League – Modena espugna il Podpromie: Resovia steso al tie-break, Ngapeth mattatore. Quarti di finale più vicini

Modena-volley-maschile.jpg

Dopo 134 minuti di autentica battaglia nella bolgia del Podpromie, Modena esce vittoriosa e si impone nell’andata degli ottavi di finale della Champions League 2016/2017 di volley maschile. I Campioni d’Italia hanno sconfitto l’Asseco Resovia per 3-2 (23-25; 25-19; 25-27; 25-19; 15-12) in rimonta, quando ormai sembrava tutto perduto e quando i ragazzi in campo sembravano in grande difficoltà sia in termini fisici che tecnici.

La sterzata imposta dal talento di Earvin Ngapeth, autentico mattatore del match, e dalla regia di un ottimo Santiago Orduna, subentrato a un deludente Dragan Travica nel corso del secondo set, hanno fatto la differenza al cospetto della formazione polacca, seconda in campionato e che oggi ha fatto seriamente penare i Canarini dopo che nella fase a gironi era stata invece surclassata da Civitanova.

I ragazzi di Tubertini sembrano essere usciti dalla crisi: dopo essersi qualificati alle semifinali dei Playoff Scudetto eliminando Verona, ora hanno la seria possibilità di accedere ai quarti di finale della massima competizione continentale.

Nell’aria c’è profumo di derby: dopo la roboante vittoria di Civitanova a Lodz, le due formazioni italiane sono vicine a incontrarsi al prossimo turno. Il match di ritorno degli ottavi di finale, in programma settimana prossima al PalaPanini, non deve però essere preso sottogamba dagli emiliani: devono vincerlo oppure perdere al tie-break ma poi imporsi al golden set di spareggio.

 

Oggi Modena è stata letteralmente presa per mano dalla sua stella Earvin Ngapeth che ha confezionato una partita magistrale, attaccando da ogni zona del campo e facendo sempre la differenza. I Campioni d’Italia sono andati spesso in difficoltà ma c’è sempre stato Monsieur Magique a togliere le castagne dal fuoco: 26 punti (3 muri) per indirizzare la partita. Già detto dell’ottimo apporto di Santiago Orduna che ha dato più ordine e velocità al gioco, al posto di uno spento Dragan Travica.

Max Holt ha buttato alle ortiche l’occasione di volare sul 2-1, accompagnando una palla sul set-point nel terzo ma il braccio del centrale si è fatto sentire in diverse circostanze: 13 punti (5 muri, 4 aces). Il suo servizio ha messo più volte in ginocchio gli avversari.

Molto bene Luca Vettori: suo il punto della vittoria, oggi l’opposto è parso in netta ripresa e ha concluso con 18 punti (48% in attacco, 2 muri). Accanto a Holt ha giocato Matteo Piano (9, 3 muri) visto l’affaticamento di Kevin Le Roux. Capitan Petric ha faticato a carburare ma a metà partita ha pigiato sull’acceleratore e ha contribuito a fare la differenza (10). Salvatore Rossini si è messo in luce con diversi salvataggi.

Dall’altra parte della rete il mattatore indiscusso è stato Marko Ivovic, schiacciatore serbo vera spina nel fianco di Modena con i suoi 22 punti. Qualche errore di troppo invece per Schoeps (12) e Perrin (10), gli altri due terminali offensivi. Il canadese è stato sostituito a metà partita da Nowakowski (7).

 

Lascia un commento

Top