Sci alpino, Mondiali Junior 2017: secondo titolo per Loïc Meillard, lo svizzero vince anche in gigante

Sci-alpino-Loic-Meillard-FB.jpg

Sesta giornata di gare sulle nevi svedesi di Åre per i Campionati Mondiali Junior di sci alpino 2017: il programma di oggi si è aperto con lo svolgimento dello slalom gigante maschile, gara che ha assegnato l’ottavo titolo in palio nella rassegna.

Vincitore della medaglia d’oro in combinata due giorni fa, lo svizzero Loïc Meillard ha dominato anche la gara odierna, laureandosi campione mondiale anche tra le porte larghe, e guadagnandosi il pass per le finali di Coppa del Mondo, in programma ad Aspen tra pochi giorni. Al comando dopo la prima manche, il ventenne elvetico ha gestito nel migliore dei modi il proprio vantaggio, chiudendo con un crono finale di 2’25”23 ed un vantaggio di 57/100 sul norvegese Timon Haugan, bravo a recuperare nella seconda manche dalla quinta piazza. Bronzo per il francese Victor Guillot (+88/100), mentre chiudono con oltre un secondo di ritardo tutti gli altri atleti, a partire dal canadese James Crawford (+1”03).

Secondo a metà gara, il bulgaro Albert Popov sperava di regalare una storica medaglia al suo Paese, ma la seconda manche lo ha visto retrocedere fino al quinto posto finale (+1”09). Gara poco soddisfacente per i colori azzurri: unico italiano tra i primi trenta della prima manche, Alexander Prast è uscito di pista. Il miglior azzurro diventa così Alex Vinatzer, che rimonta ben tredici posizioni e posizioni e chiude ventiseiesimo (+5”17), appena davanti a Lorenzo Moschini, ventottesimo (+5”36). Resta fuori dai trenta Francesco Gori, mentre Giulio Zuccarini aveva abbandonato nel corso della prima manche.

Il programma della competizione iridata giovanile proseguirà questa sera con slalom speciale femminile, mentre domani sarà assegnato l’ultimo titolo in palio, quello dell’omologa prova maschile.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Loïc Meillard (Facebook)

Lascia un commento

Top