Sci alpino, Mondiali Junior 2017: Laura Pirovano conquista il titolo iridato di gigante ed il pass per le finali di Coppa del Mondo

sci-alpino-laura-pirovano-coppa-europa-fb-laura-pirovano.jpg

Quinta  giornata di gare sulle nevi svedesi di Åre per i Campionati Mondiali Junior di sci alpino 2017: il programma di oggi si è aperto con lo svolgimento dello slalom gigante femminile, gara che ha regalato la prima medaglia d’oro ai colori azzurri, la seconda assoluta dopo l’argento di Alexander Prast nella discesa maschile.

Seconda dopo la prima manche, Laura Pirovano ha mantenuto la posizione anche nella seconda, tagliando il traguardo con il tempo di 1’58”38. A quel punto, la diciannovenne azzurra poteva essere superata solamente dalla leader provvisoria, la norvegese Kristin Lysdahl, che aveva chiuso la prima manche con 83/100 di vantaggio, ma l’uscita di pista della sciatrice scandinava ha permesso a Pirovano di salire sul gradino più alto del podio. L’argento è all’austriaca Katharina Liensberger, staccata di soli 13/100, mentre la sua connazionale Chiara Mair ha ottenuto il bronzo con 1”13 di ritardo. Fuori dal podio la finlandese Riikka Honkkanen (+1”38) e la terza delle austriache, Nina Ortlieb (+1”48), che completa la top 5.

Con questa medaglia d’oro, dunque, Laura Pirovano si guadagna anche la possibilità di prendere parte alle finali di Coppa del Mondo, che avranno luogo la prossima settimana ad Aspen, in Colorado, aggiungendo un nuovo posto ad una squadra azzurra già corposa nel gigante femminile. Per quanto riguarda le altre italiane, Lara Della Mea ha ottenuto un buon decimo posto con 1”73 di ritardo, rimontando ben sedici posizioni, mentre Martina Perruchon e Sofia Pizzato hanno chiuso oltre la trentesima posizione.

Il programma della competizione iridata giovanile proseguirà questa sera con il team event e domani con lo slalom gigante maschile.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Laura Pirovano (Facebook)

Lascia un commento

Top