Sci alpino, Coppa del Mondo 2017: le pagelle delle discese libere di Aspen. Paris, Fill e Goggia fanno volare l’Italia

Paris-Auletta-Pentaphoto.jpg

Due discese libere, una vittoria, un secondo ed un terzo posto per l’Italia. Si apre alla grande per i colori azzurri l’appuntamento delle finali della Coppa del Mondo di sci alpino in quel di Aspen. Andiamo a rivivere le due gare odierne con le pagelle dei protagonisti.

Ilka Stuhec, voto 10: praticamente perfetta. Gara davvero inarrivabile da tutte le rivali. La slovena è in un momento di forma monstre e vola su ogni tipo di pista. Nel primo tratto di gara (quello di scorrevolezza) rifila decimi su decimi a tutte le avversarie, non sbaglia nella parte tecnica e va a prendersi l’ennesima vittoria, oltre che alla sfera di cristallo.

Dominik Paris, voto 9: parte con il numero uno e commette anche qualche errore di troppo (uno nella parte finale) non facendo sperare al meglio. Con il passare degli atleti invece la sua si rivelerà una prova super ed insuperabile. Arriva la seconda vittoria in stagione, dopo quella storica nella discesa di Kitzbuhel: un po’ incostante nel 2017, ma davvero un fenomeno.

Peter Fill, voto 10 e lode: la pressione questa volta non era sulle sue spalle ed è riuscito a spuntarla lo stesso. Non disputa la prova perfetta, scendendo con il pettorale numero 3, finisce alle spalle del connazionale e sembra essere chiuso il discorso per la Coppa. Invece Jansrud fa molto peggio e, con il passare delle discese, il sogno diventa realtà. Ennesimo podio, seconda coppetta consecutiva. Nella leggenda dello sci italiano.

Sofia Goggia, voto 8: arriva addirittura il 12mo podio stagionale per la bergamasca, al termine di una discesa tutt’altro che eccezionale. Perde molto nel tratto iniziale, sembra pronta a recuperare sulla rivale Stuhec ma poi spigola un paio di volte chiudendo al terzo posto. Difficile comunque fare di meglio: il secondo posto nella coppetta di specialità vale comunque molto.

Carlo Janka, voto 7,5: eccellente gara per l’elvetico che rimonta alla grande sul finale, chiudendo a soli 18 centesimi dal vincitore e dando un grande spavento ai colori azzurri. Può confermarsi anche domani in chiave SuperG.

Lindsey Vonn, voto 7,5: di gran lunga la più vicina alla Stuhec. Non paga molto nel tratto di scorrevolezza e si riavvicina nella parte tecnica. Non basta però per recuperare i 66 centesimi che la distanziano dalla vittoria. Comunque bellissima gara davanti al pubblico di casa.

Kjetil Jansrud, voto 4,5: gara da dimenticare per il norvegese. In testa nella classifica di specialità, lo scandinavo poteva gestire più di 30 punti di vantaggio su Fill. Non ci riesce, crollando addirittura fino all’11ma piazza, non trovandosi assolutamente a suo agio su questo tipo di neve.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Auletta Pentaphoto

Lascia un commento

Top