Rally Messico, Mondiale 2017, seconda giornata: Kris Meeke balza al comando. 2° Ogier, 3° Neuville, 8° Latvala. Percorso pesantemente accorciato

Meeke-FotoCattagni.jpg

La seconda giornata di gara al Rally del Messico ha visto il cambio della guardia in vetta alla classifica generale: al comando c’è ora l’inglese di Citroen Kris Meeke, con un vantaggio di 20.9 secondi sul campione del mondo in carica Sebastien Ogier e di ben 56.7 sul belga Thierry Neuville. Tutti gli altri navigano oltre il minuto abbondante di ritardo, con il leader della classifica Mondiale, Jari-Matti Latvala, attardato in ottava posizione a due minuti e mezzo da Meeke, tormentato per buona parte della giornata da problemi di surriscaldamento del motore ed ai freni. Il nostro Lorenzo Bertelli chiude il day-2 18°, staccato di 24 minuti dal leader di giornata.

Il percorso previsto per la giornata di Venerdì ha subito una pesante menomazione, con la cancellazione delle speciali 2 e 3 (El Chocolate 1 e Las Minas 1), per un complessivo di quasi 75 chilometri venuto a mancare. Questo a causa di un incidente stradale nel tratto in cui doveva transitare la carovana del Mondiale Rally, tra piloti e staff tecnico al seguito, che non ha permesso al gruppo di arrivare con un margine di tempo sufficientemente ampio prima dell’inizio della speciale di El Chocolate, per via della temporanea chiusura di quel tratto di vie di comunicazione del paese centroamericano.

La speciale 4 (El Chocolate 2) è divenuta dunque la prima di giornata ad essere disputata, con il successo di Meeke che già faceva pregustare, per l’inglese, l’aria di una giornata diventata poi estremamente positiva. Il pilota della Citroen è stato abile a sfruttare una pista pressoché intonsa, non ancora segnata dai passaggi dei vari piloti, caratteristica che spesso è in grado di incidere nel Rally messicano. L’inglese ha preceduto, in questa tappa parziale, Ogier (unico capace di contenere il gap entro i 10 secondi, nonostante una spia dell’allarme del motore accesa per buona parte della prova), Hayden Paddon, Dani Sordo e Neuville (staccato di oltre 30 secondi). Già in questa speciale si sono intuite le difficoltà di Latvala, ottavo con oltre un minuto e mezzo di distacco da Meeke.

La speciale 5 (Las Minas 2), stante la lunghezza inferiore rispetto alla stage precedente, ha visto distacchi sensibilmente più ravvicinati, con ben dodici piloti entro il minuto. A prevalere è stato il belga Neuville, davanti ad un redivivo Elfyn Evans (in grave ritardo a causa di una penalità subita per la rottura del motore, nella giornata di Giovedì), Sordo, Meeke e Paddon, con Ogier sesto e Latvala addirittura undicesimo a circa 49 secondi.

La speciale 6, di poco superiore al chilometro, ha visto i piloti protagonisti in uno scenario affascinante e del tutto particolare, quale quello di un percorso dislocato lungo una vecchia miniera di argento. La brevità della stage (il vincitore Neuville l’ha coperta in appena 57.3 secondi) ha aiutato a compattare i distacchi, con 15 piloti entro i 10 secondi di ritardo. Da segnalare, in tale prova, l’ottima quinta posizione del nostro Lorenzo Bertelli, staccato dal belga di Hyundai di appena due secondi. Sesto Lavtala davanti ad Ogier, 9° Meeke.

La speciale 7, penultima di giornata, ha visto i piloti impegnati per la prima volta all’interno dell’Autodromo di Leon, anche qui in un percorso caratterizzato dalla sua brevità (2,3 chilometri). A prevalere, in questo primissimo passaggio, è stato il leader di giornata Meeke, davanti al connazionale inglese Evans ed al leader del day-1 di gara, il finlandese di Toyota Juho Hanninen, scivolato nel frattempo fuori dalla teorica zona podio nella generale. Sesto Ogier, 8° Latvala ed addirittura 16° Neuville, staccato di ben 25 secondi.

Nella speciale 8, che ha chiuso il Venerdì di gara, i piloti hanno dovuto nuovamente ripetere il percorso visto in precedenza, sempre all’interno dell’Autodromo di Leon. Rispetto all’esito della stage precedente vi è stata una inversione ai primi due posti, con il successo di Evans che ha preceduto di 3 decimi di secondo Meeke, con Hanninen capace di confermarsi terzo nel parziale. Ogier ha chiuso quinto, Latvala ottavo e Neuville, un’altra volta ancora, fuori dalla top ten.

CLASSIFICA AL TERMINE DELLA SECONDA GIORNATA (TOP TEN):

1° Meeke (Citroen) 1:01:33.8
2° Ogier (Ford) +20.9
3° Neuville (Hyundai) +56.7
4° Hanninen (Toyota) +1:27.3
5° Tanak (Ford) +1:32.9
6° Lefebvre (Citroen) +1:52.8
7° Paddon (Hyundai) +2:02.1
8° Latvala (Toyota) +2:30.8
9° Tidemand (Skoda) +3:24.3
10° Camilli (Ford) +3:59.7

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top