Pallanuoto, A1 femminile: le migliori italiane della dodicesima giornata. Di Mario leonessa senza età, Chiappini inarrestabile

Tania-Di-Mario-Setterosa-FB-Di-Mario.jpg

Sabato scorso si è disputata la dodicesima giornata del nostro massimo campionato femminile di pallanuoto: andiamo a vedere le italiane (di nascita e di “adozione”…) che hanno brillato più di tutte le altre, con la nostra consueta rubrica.

Ilaria Savioli e Alessia Casson (Plebiscito Padova). Comandano sempre loro in classifica, le patavine, che vincono 11-2 in casa della RN Bologna, mandando a referto nove ben giocatrici di movimento. Millo, Barzon, Queirolo? No, stavolta no: le top scorer azzurre di Padova sono Ilaria Savioli e la classe ’97 Alessia Casson, autrici di una doppietta ciascuna.

Laura Teani (Plebiscito Padova). Prendere due soli gol in 32′ non è mai semplice…

Tania Di Mario (L’Ekipe Orizzonte Catania). Vittoria nel superderby siculo e sorpasso al secondo posto in graduatoria, per L’Ekipe Orizzonte Catania, che batte 13-12 la Waterpolo Messina e si porta a -4 dalla vetta. La canadese Eggens è semplicemente spaziale con i suoi 6 gol all’attivo, ma ad illuminare di verde-bianco-rosso la vasca catanese ci pensa ancora una volta lei, la Campionessa della pallanuoto italiana per antonomasia: tripletta, a quasi 38 anni… Leonessa senza età che risponde sempre “presente” nei momenti più importanti.

Izabella Chiappini (Waterpolo Messina). E chi la ferma più?! 21 anni, 38 centri in Campionato, uno solo in meno rispetto alla capocannoniera Eggens. L’italo-brasiliana firma una quaterna tanto bella quanto inutile ai fini del risultato conclusivo, ma… noi tifosi del Bel Paese in calottina (e Fabio Conti) perseveriamo nel fregarci le mani: Isa, il Setterosa t’aspetta a braccia aperte!

Eugenia Dufour (Bogliasco Bene). Quarte, a cinque lunghezze dal Messina terzo, le liguri che superano 12-9 la Nuoto Club Milano, con quattro reti di una che il gol ce l’ha proprio nel sangue.

Domitilla Picozzi (SIS Roma). Le capitoline si sono finalmente sbloccate, in questo 2017 agonistico. 11-9 in casa della Rapallo Pallanuoto, con cinquina della piccola grande Domitilla: un tornado di appena 18 anni, migliore realizzatrice italiana di nascita dell’intera A1. Chapeau!

Federica De Vincentiis e Chiara Ranalli (Pescara Nuoto e Pallanuoto). In zona play out il colpo lo mette a segno la Pescara Nuoto e Pallanuoto, che passa 7-6 in casa della Cosenza Pallanuoto, conquistando il primo successo in serie A1. Le due under-20 abruzzesi si mettono in grande evidenza con due doppiette assolutamente decisive.

giuseppe.urbano@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina FB Tania Di Mario

Lascia un commento

Top