Motomondiale 2017, i favoriti delle tre categorie. Italia ambiziosa in Moto3 e Moto2

Marc-Marquez-FOTOCATTAGNI.jpg

Manca poco, anzi pochissimo. Da giovedì, infatti, scatterà il lungo fine settimana del GP di Losail che darà il via al Campionato del Mondo 2017. Si correrà, come consuetudine, in notturna, per cui vedremo accendersi i riflettori sui piloti del Motomondiale. Ma, quali tra di loro, riusciranno ad averli lungo tutto il corso dell’anno? Andiamo ad analizzare, classe per classe, quali saranno i grandi favoriti di questa stagione.

MOTOGP – Ai nastri di partenza il podio virtuale del Mondiale 2017 è composto da due spagnoli e un italiano. Sul gradino più alto mettiamo il Campione del Mondo in carica, Marc Marquez (Honda), che è tallonato dal nuovo astro nascente del motociclismo iberico, Maverick Vinales, che sembra essersi adattato al meglio con la Yamaha. L’andamento dei test di Sepang, Phillip Island e Losail hanno dimostrato che i due iberici hanno saputo unire costanza e prestazioni, un brutto segnale per gli avversari, lasciati spesso a diversi decimi, anche nel passo gara. Il terzo di questa graduatoria, e compagno di squadra di Vinales, è l’eterno Valentino Rossi che non sta vivendo un inizio di annata come vorrebbe, ma va sempre annoverato tra i candidati alla vittoria finale, anche a 38 anni. Non ci sono, quindi, altri papabili? All’inseguimento dei primi tre, visto anche l’andamento dei test pre-stagionali, possiamo mettere le due Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo (che vivrà un anno di ambientamento, vedremo quanto rapido, sulla nuova nata di Borgo Panigale) e la seconda Honda di Dani Pedrosa. Dalla Suzuki, fino ai team non ufficiali, la sensazione è che le gioie possano essere solamente parziali, ma il bottino pieno sia impossibile, o quasi.

MOTO 2 – Il Campione del 2016, Johann Zarco, è salito di categoria (come il terzo in classifica Alex Rins) e quindi avremo un nuovo re della classe mediana. Il secondo posto un anno fa fu di Thomas Luthi (con 4 vittorie) che, tuttavia, non avrà vita facile in questo 2017. Al suo fianco sgomiteranno, infatti, il nostro Franco Morbidelli (EG 0,0 Marc VDS) che proverà a fare meglio del quarto posto finale della stagione scorsa (con otto podi, gli ultimi sei consecutivi), ed i test hanno confermato che sia partito con il piede giusto. Non andrà sottovalutato, ovviamente, Miguel Oliveira. Il portoghese della KTM è uno dei candidati al successo finale assieme al vincitore di Assen Takaaki Nakagami (Honda), al francese Fabio Quartararo (Pons HP 40), al nostro Francesco “Pecco” Bagnaia (Sky Racing Team VR46) e altri outsider come Alex Marquez, il fratello del più famoso Marc, Danny Kent (Kiefer Racing) e Jorge Navarro (Federal Oil Gresini). In poche parole si annuncia grande equilibrio in Moto 2. Nessuno si può definire, ad oggi, come sicuro favorito, se ne gioverà lo spettacolo di una categoria che, non sempre, è risultata combattuta.

MOTO 3 – Ci sarà molta Italia protagonista nell’ex 125 e anche il consueto ampio numero di candidati al titolo. Nel 2016 vinse Brad Binder (ora in Moto2) davanti ad Enea Bastianini e Jorge Navarro. Chi sarà quindi il grande favorito per il 2017? Confidiamo molto sulla nostra pattuglia tricolore, composta da Nicolò Bulega (Sky Racing Team FR46) che, dopo un anno di apprendistato punterà al salto di qualità, Romano Fenati (Marinelli Rivacold Snipers) che dopo un campionato fin troppo travagliato cercherà di tornare ai suoi livelli, Niccolò Antonelli (Red Bull KTM), Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini) e Andrea Migno (Sky Racing Team VR46). A sfidare i nostri portacolori ci saranno Aron Carnet (Estrella Galicia), Juanfran Guevara (RBA BOE Racing Team), l’olandese Bo Bendsneyder (Red Bull KTM), lo spagnolo Joan Mir (Leopard) e il compagno di Scuderia belga Livio Loi, Ayumi Sasaki (Sic Racing Team) e Philipp Oettl (Sudmetal). La Moto 3 è, da sempre, un susseguirsi di emozioni e siamo certi che anche nella stagione che inizia questo fine settimana, non si smentirà.

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top