MotoGP, Casey Stoner: “Jorge Lorenzo rispetta i suoi avversari, per questo è un grande campione”

stoner.jpg

E’ ormai datato 2007 l’ultimo ed unico titolo della Ducati nella classe regina. L’eroe di quell’impresa fu un giovane pilota australiano che, sottovalutato dai più, sorprese per la grande qualità di guida ed il coraggio nel controllare la grande potenza della D16. Stiamo parlando di Casey Stoner che, ritiratosi nel 2012, ha ritrovato la Rossa nelle vesti di collaudatore insieme al suo capo tecnico storico Cristian Gabarrini: “Non trovo le parole per descrivere quella emozionate stagione”, dichiara il tecnico italiano su motogp.com ricordando la vittoria 2007.

Ad essere onesti l’ultima parte di quella stagione è stata molto particolare”, sottolinea Stoner parlando del suo primo trionfo iridato. “Sono passato dall’essere quasi sconosciuto ad essere il pilota del momento con tutte le aspettative e le pressioni che questo porta”.

L’australiano ha poi manifestato grande ammirazione per il nuovo arrivato a Borgo Panigale, Jorge Lorenzo, cinque volte campione del mondo: Jorge ha imparato tanto in questi anni. All’inizio non amavo il suo carattere e per me era un avversario. Ma ho cambiato completamente punto di vista su di lui conoscendolo. Una questione di rispetto reciproco, data dal fatto che lui rispetta tutti i suoi avversari; al di là dei risultati palesi, che vinca o che perda, per questo è un grande campione”.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da profilo twitter Ducati

Lascia un commento

Top