Karate, Premier League 2017. Le donne del team kata in finale per l’oro a Rotterdam! Busato, Iodice, De Vivo e team Asd del kata in lizza per il bronzo

Karate-Twitter-WKF.jpg

L’Italia è subito protagonista nella prima giornata di eliminatore e ripescaggi al Topsportcentre di Rotterdam, in occasione della seconda tappa della Premier League 2017 di karate. La nota più lieta riguarda le azzurre del team kata, che hanno conquistato l’accesso alla finale che andrà in scena domenica pomeriggio contro la Francia.

Sara Battaglia, Viviana Bottaro e Michela Pezzetti hanno superato 4-1 la Spagna ai quarti di finale e si sono poi ripetute in semifinale con un sofferto 3-2 contro la Germania, guadagnandosi la possibilità di competere per la medaglia d’oro nell’ultimo atto contro le transalpine, le quali in semifinale hanno avuto la meglio sulle italiane team Asd fisiodinamik (Casale, Pivi, Reale), che avranno modo comunque di giocarsi il bronzo domenica mattina contro le spagnole del team Goju-Ryu Torremolinos. Non hanno brillato, invece, gli uomini nella prova a squadre. Mattia Busato, Gianluca Gallo e Alessandro Iodice sono stati eliminati al primo turno dal Marocco (1-4) e hanno avuto accesso ai ripescaggi, dove hanno incassato un’altra pesante sconfitta con identico risultato contro la Francia.

Ben più performanti i ragazzi nel torneo individuale del kata, dove Mattia Busato e Alessandro Iodice potranno competere entrambi per la medaglia di bronzo. Iodice è approdato in semifinale dopo aver sconfitto il cinese Mu Shike (4-1), gli azzurri Michael Bonomelli (4-1) e Alessandro Cricco (3-2), lo spagnolo Hernandez Victor Naval (4-1) e il malese Chee Wei Lim (4-1), prima di cedere il passo al formidabile giapponese Issei Shimbaba (0-5) accontentandosi della finale per il terzo posto che dovrà disputare domenica mattina contro lo spagnolo Sergio Lopez Galan. Notevole anche il cammino di Mattia Busato, che ha sconfitto il dominicano Jaime Duran Teruel (5-0), il francese Ahmed Zemouri (5-0), il malese Ivan Oh Theng Wei (4-1) e l’indonesiano Zigi Zaresta Yuda (4-1), cedendo nettamente ai quarti contro lo spagnolo Quintero Damian (0-5) ma vincendo ai ripescaggi contro lo statunitense Joseph Martinez (4-1). Busato si contenderà il bronzo domenica mattina contro il giapponese Chikashi Hayashida.

Tra le donne si è distinta Terryana D’Onofrio, approdata fino ai quarti al termine di un cammino spettacolare, interrotto soltanto dalla francese Sandy Scordo, la cui mancata qualificazione alla finale ha impedito all’azzurra di accedere ai ripescaggi. Fuori ai sedicesimi, invece, Michela Pezzetti e Viviana Bottaro. Nel kumite, invece, l’unica gioia arriva da Gianluca De Vivo, che si è guadagnato l’opportunità di giocarsi la medaglia di bronzo nella categoria -67 kg dopo aver superato ai ripescaggi il belga Jess Rosiello per hantei (3-3) e l’austriaco Thomas Kaserer (2-1) in seguito all’uscita di scena agli ottavi contro il finalista francese Steven Dacosta (0-1). Tra De Vivo e il bronzo ora c’è soltanto l’atleta di Taipei Po-Shen Pan. Poche soddisfazioni, infine, per Angelo Crescenzo, eliminato per hantei al primo turno dallo slovacco Dominik Imrich (1-1) nei -60 kg, dove Lorenzo Vastola ha sfiorato la finale per il bronzo dopo un eccellente torneo di ripescaggio, sconfitto dal belga Michael Dasoul (1-3).

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: WKF

Lascia un commento

Top