Golf, PGA Tour 2017. Dustin Johnson trionfa nel WGC-Mexico Championship. Francesco Molinari 20° in rimonta

Dustin-Johnson-Twitter-Dustin-Johnson.jpg

Il numero uno del World Golf Ranking, Dustin Johnson, colpisce ancora e trionfa nel WGC-Mexico Championship, torneo del circuito PGA Tour che ha avuto luogo sul percorso par 71 del Club de Golf Chapultepec di Naucalpan, al termine di un’autentica partita a scacchi che ha vasto protagonisti svariati giocatori, tutti raccolti in un numero estremamente ridotto di colpi.

Johnson ha inziato l’ultimo giro col piglio giusto, realizzando quattro birdie alle buche 2,6,8 e 9, ma un piccolo blackout (bogey alla 12 e alla 13) ha rischiato di costargli molto caro. Decisivo un birdie alla buca 15 che lo ha proiettato in vetta, consentendogli poi di gestire un margine minimo e di portare a casa il trofeo con un par alla 18. Johnson ha bissato pertanto il successo del 20 febbraio nel Genesis Open, vittoria che gli consentì di scalzare Jason Day al primo posto del ranking, e ha chiuso la sua prova con 14 colpi sotto il par, staccando di una sola lunghezza l’inglese Tommy Fleetwood, che ha sfiorato il colpaccio nella seconda metà del quarto round con quattro birdie, l’ultimo dei quali alla buca 18.

Sono saliti sul podio anche l’inglese Ross Fisher e soprattutto lo spagnolo Jon Rahm, che ha insidiato a lungo il primato di Johnson, appaiandolo in vetta fino alla buca 15, ma ha effettuato due sanguinosi bogey alla 16 e alla 17, chiudendo la sua prestazione a quota -12 e rinunciando al sogno di vincere il torneo. Quinto e deluso lo statunitense Justin Thomas, leader parziale al termine del terzo giro, condizionato da un double bogey alla 7 e un bogey alla 8 e crollato fino al quinto posto al termine di un round completato con un colpo sopra il par, che lo ha costretto ad accontentarsi di un punteggio di -11 a pari merito con il belga Thomas Pieters. Al settimo posto, a quota -10, c’è un trio di fenomeni composto dagli americani Brandt Snedeker e Phil Mickelson e dal nordirlandese Rory McIlroy, che ha perso graduamente quota dopo un buon avvio.

Ha chiuso alla grande la sua prova, infine, l’azzurro Francesco Molinari, che ha recuperato ben 18 posizioni grazie ad un’ultima tornata conclusa a quota -5 (birdie alle buche 3,5,11,15 e 18) e si è issato al 20° posto con 5 colpi complessivi sotto il par insieme all’inglese Andy Sullivan e allo statunitense Matt Kuchar, confermandosi ai vertici del circuito internazionale dopo il 14° posto conseguito una settimana fa nel The Honda Classic.

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto: Twitter Dustin Johnson

Lascia un commento

Top