Golf, European Tour 2017: avverse condizioni meteo ed oscurità condizionano il secondo round, che verrà completato domani

10995705_946289045403504_79337233673290925_n.jpg

Pessime condizioni di gioco in quel di New Delhi (India), sede dell’Hero Indian Open (montepremi 1,750 milioni di euro). Sul percorso par 72 del DLF Golf and Country Club il secondo round è stato sospeso dall’oscurità quando neppure la metà dei partecipanti aveva concluso le fatiche giornaliere. Classifica per questo motivo più che provvisoria, con l’indiano S.S.P. Chawrasia al comando con lo score di -5 (139 colpi, giro completato), dinanzi all’inglese David Horsey (-4, round completato), ed al nostro Matteo Manassero. Il veronese, fermo a -3, deve però chiudere altre 11 buche. Avvio difficoltoso per l’azzurro, che in 7 buche ha totalizzato 2 bogey ed un birdie. La sospensione potrebbe giovare alle velleità del golfista italiano, che soltanto 24 ore fa aveva destato ottimi segnali. Manassero è in compagnia dell’inglese Eddie Pepperell.

Sfortunato ed impreciso Nino Bertasio, incappato in round da +8 (un birdie, 4 bogey, un double bogey, un triplo bogey). L’azzurro è attualmente in 32esima osizione con il punteggio di +3. Si salva invece Edoardo Molinari, autore di una prestazione altalenante (4 birdie, 2 bogey, un double bogey), comunque chiusa alla pari con il par. 32° posto anche per lui. Nulla da fare per Renato Paratore, che al +2 dell’esordio aggiunge un controproducente +7, scivolando addirittura in 100esima posizione.

Classifica corta, ma soprattutto da completare. Per questo motivo è difficile prevedere un’ipotetica zona cut.

ciro.salvini@oasport.it

Foto: Federgolf

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top