Ginnastica, Coppa del Mondo – Catalina Ponor incanta: che trave a Baku! In testa al libero, Chusovitina eterna: a 41 anni comanda il volteggio

Catalina-Ponor.jpg

Una strepitosa Catalina Ponor è tornata a dettare legge. Il grande faro della ginnastica rumena ha proseguito dritto dopo essere stata la portabandiera per il suo Paese alle Olimpiadi di Rio 2016 e oggi è scesa in pedana per il suo debutto stagionale. A Baku (Azerbaijan) si è disputato il turno di qualificazione della terza tappa della Coppa del Mondo 2017 di ginnastica artistica riservata alle singole specialità.

La 29enne si è esibita proprio all’amata trave, attrezzo su cui è stata Campionessa Olimpica ad Atene 2004. Sui suoi 10cm, Catalina ha portato un notevole D Score di 6.0 ottenendo così il punteggio complessivo di 14.233: sono numeri da vecchio codice e invece la Ponor ha subito interpretare al meglio il nuovo sistema, mostrandosi già in grande forma in vista degli Europei di aprile che si svolgeranno a Cluj-Napoca, proprio nella sua Romania.

Catalina Ponor è in testa anche al corpo libero (13.233, 5.4 la nota di partenza e tre decimi di penalità). Inutile dire che nel weekend andrà a caccia di due medaglie d’oro.

 

Oksana Chusovitina è invece sempre più incredibile. A 41 anni, dopo che settimana scorsa era scesa in campo a Montreal (Canada) per l’International Gymnix, si è rifatta il giro del Mondo per prendere parte a questa tappa del circuito iridato! Un cuore e una caparbietà davvero immensi e infatti l’uzbeka non ha deluso le aspettative: è al comando della classifica del volteggio con 14.383. Oksana si è esibita anche alla trave (11.200), sfiorando l’accesso alla Finale.

La grande delusa di giornata è invece Shang Chunsong, grande specialista alle parallele e pilastro della Cina che ha conquistato gli ultimi due argenti mondiali e il bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016. Domani festeggerà 21 anni, oggi sarà certamente rammaricata per i tanti errori: il suo esercizio ha lo strepitoso D Score di 6.1 ma lei cade e commette diverse incertezze fermandosi a 11.533. Fortunatamente è settima e disputerà la finale dove invece la promettente ucraina Diana Varinska si presenterà con il punteggio più alto (13.366, ha portato un suo esercizio semplificato che però vale già 5.7).

 

Al maschile fari puntati su Eleftherios Petrounias. Il Campione Olimpico agli anelli ha sfoderato un esercizio sbalorditivo (15.333, 6.3). Due bordate alle parallele con i cinesi Liu Rongbing (15.066, 6.4) e Youxiao He (14.600, 6.4). Al cavallo con maniglie il Campione Olimpico di Londra 2012: Krisztian Berki non si smentisce mai (15.233, 6.2).

 

Di seguito tutte le qualificate alle Finali che si disputeranno nel weekend (sabato tavola e staggi, domenica 10cm e quadrato):

VOLTEGGIO – Oksana Chusovitina (Uzbekistan, 14.383), Emily Little (Australia, 14.033), Marina Nekrasova (Azerbaijan, 13.733), Teja Belak (Slovenia, 13.617), Tjasa Kysselef (Slovenia, 13.366), Argyro Afrati (Grecia, 13.283), Gaya Giladi (Israele, 13.150), Rosanna Ojala (Finlandia, 13.016).

PARALLELE ASIMMETRICHE – Diana Varinska (Ucraina, 13.366), Cenyu Wang (Cina, 13.100), Georgia Rose Brown (Australia, 13.000), Rianna Mizzen (Australia, 12.000), Angelina Radivilova (Ucraina, 11.933), Yuliya Inshina (Azerbaijan, 11.866), Shang Chunsong (Cina, 11.533), Ekaterina Tishkova (Azerbaijan, 11.400)

TRAVE – Catalina Ponor (Romania, 14.233), Emma Nedov (Australia, 13.266), Cenyu Wang (Cina, 13.200), Vasiliki Millousi (Grecia, 13.133), Marina Nekrasova (Azerbaijan, 13.000), Emily Little (Australia, 12.833), Goksu Uctas Sanli (Turchia, 12.400), Ofir Kremer (Israele, 12.400).

CORPO LIBERO – Catalina Ponor (Romania, 13.233), Marina Nekrasova (Azerbaijan, 13.100), Emily Little (Australia, 12.700), Goksu Uctas Sanli (Turchia, 12.333), Doga Ketenci (Turchia, 12.233), Ioanna Xoulogi (Grecia, 12.200), Mariia Butckikh (Georgia, 12.166), Gaya Giladi (Israele, 12.000).

 

Lascia un commento

Top