F1, Test Barcellona 2017 – Ultima giornata: Kimi Raikkonen record e stop…Mercedes si nasconde? Ancora problemi per la Red Bull

Raikkonen-02-Ferrari-FotoCattagni.jpg

Era stata una giornata da incorniciare quella della Ferrari e di Kimi Raikkonen, nel last day dei test sul tracciato di Barcellona (Spagna), fino alle ore 16:21: record della pista in 1’18″634 (al mattino) e simulazione gara che procedeva per il meglio. Poi all’improvviso alla penultima curva la nuova nata di Maranello si è ammutolita (problemi elettrici) costringendo il finlandese a stare a lungo fermo ai box. Kimi è rientrato in pista per gli ultimi 15′ proseguendo a il proprio programma con le gomme medie. Alle spalle del Cavallino Rampante si è classificata la Red Bull di Max Verstappen, distante a 8 decimi con la stessa mescola e assente buona parte del pomeriggio per problemi tecnici sulla sua RB13. Vettura di Milton Keynes che conferma tutte le criticità delle due settimane in Catalogna.

In terza piazza la sorprendente Toro Rosso di  Carlos Sainz, staccata poco più di un secondo, con la mescola ultrasoft, e ferma nell’ultima ora della sessione per problematiche al propulsore Renault. In quarta piazza la prima delle Mercedes, quella di Valtteri Bottas, che, verosimilmente, non ha provato in configurazione da qualifica, ottenendo comunque un ottimo crono con le super-soft (1’19″845). Alle spalle del finlandese Lewis Hamilton, fermo a lungo ai box, ed autore di un buon giro in 1’19″850 con le gomme ultra-soft. Il britannico, probabilmente più interessato a far prove d’assetto in ottica gara, ha preceduto nell’ordine Nico Hulkemberg (Renault), Sergio Perez (Force India), fermo anch’egli per un guasto sulla sua vettura, Jolyon Palmer (Renault), Lance Stroll e Romain Grosjean.

Per quanto riguarda invece la McLaren, prosegue il momento difficile del team di Woking. Fernando Alonso ha dovuto accontentarsi della decima posizione (stesso crono di Grosjean) girando poco ed essendo, suo malgrado, protagonista di due stop in pista causati da problematiche di natura elettrica, replicando quanto si era già visto ieri con Stoffel Vandoorne al volante. A chiosa un doveroso tributo a John Surtees, mito dello sport motoristico, scomparso all’età di 83 anni, ed unico a laurearsi campione del mondo su due e quattro ruote, ottenendo l’iride nel 1964 con la Ferrari.

 

ORDINE DEI TEMPI DELL’ULTIMA GIORNATA

1 Raikkonen Ferrari  super-soft 1m18.634s
2 Verstappen Red Bull  super-soft 1m19.438s
3 Sainz Toro Rosso  ultra-soft 1m19.837s
4 Bottas Mercedes  super-soft 1m19.845s
5 Hamilton Mercedes  ultra-soft 1m19.850s
6 Hulkenberg Renault  ultra-soft 1m19.885s
7 Perez Force India  ultra-soft 1m20.116s
8 Palmer Renault  ultra-soft 1m20.205s
9 Stroll Williams  soft 1m20.335s
10 Alonso McLaren  ultra-soft 1m21.389s
11 Grosjean Haas  ultra-soft 1m21.389s
12 Ericsson Sauber  super-soft 1m21.670s
13 Wehrlein Sauber  soft 1m23.527s

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top