F1, Test Barcellona 2017 – Prima giornata: a sorpresa comanda Felipe Massa. 2° Ricciardo, 3° Vettel davanti alle Mercedes

Massa-3-Williams-FotoCattagni.jpg

Ci si aspettava un nuovo duello tra Mercedes e Ferrari, con un possibile inserimento della Red Bull, per la gloria del primo posto in classifica, ed invece la giornata di apertura della seconda sessione di test F1, nuovamente in pista sul circuito di Barcellona, è andata ad appannaggio di Felipe Massa. Il brasiliano della Williams ha chiuso davanti a tutti facendo siglare un tempo di 1:19.726 con gomme super-soft, non riuscendo per pochi centesimi a migliorare il precedente primato fatto siglare settimana scorsa da Valtteri Bottas.

Dietro a Massa si è rivista finalmente una rediviva Red Bull, che ha chiuso seconda con l’australiano Daniel Ricciardo. Il 27enne di Perth è in scia al suo rivale ed amico brasiliano, avendo chiuso a poco più di un decimo ed utilizzando, per il proprio tempo sul giro, gomme ultra-soft, dunque le più prestazionali a disposizione. Indicazioni piuttosto positive per la Ferrari, con Sebastian Vettel 3° a due decimi scarsi da Massa, ultimo dei piloti in pista oggi a scendere sotto il muro dell’1:20 e primo tra quelli che hanno montato gomme soft per far siglare il proprio “best lap”. Il quattro volte campione del mondo tedesco ha completato più di 160 giri, a dimostrazione di una vettura che sembra aver raggiunto un livello di affidabilità invidiabile. Unico neo della giornata è il ritardo, nell’ordine dei 3-5 decimi, pagato nei confronti di Bottas al pomeriggio, durante un mini long-run effettuato con gomme soft.

La Mercedes si è accontentata della quarta e quinta piazza, con rispettivamente Lewis Hamilton ed il succitato Bottas, i quali hanno girato entro il limite dell’1:20 (1:20.4 per l’inglese, 1:20.9 per il finnico), anche loro con gomme soft. Per il tre volte iridato di Stevenage da segnalare un problema al fondo della vettura al mattino, che lo ha costretto a limitare il proprio programma di lavoro.

Buona la giornata di test per il francese della Force India Esteban Ocon, 6° a poco più di un secondo e mezzo girando con gomma soft, ed a lungo protagonista solitario nella prima parte della sessione tanto mattutina quanto pomeridiana. Nuove difficoltà, invece, per la McLaren: il belga Stoffel Vandoorne ha chiuso solamente 10°, montando nel suo tentativo gomma soft, ed accusando un pesante distacco di 2.8 secondi da Massa. Oltre ad una competitività che latita ad arrivare, la scuderia inglese ha patito un nuovo problema alla power unit Honda, di cui si è dovuto procedere alla sostituzione nella tarda mattinata, compromettendo in parte la presenza in pista del 25enne debuttante in F1. Problemi motoristici anche per la Renault (con Jolyon Palmer), si è infine rivisto in pista il tedesco della Sauber Pascal Wehrlein, assente nella sessione di test disputata settimana scorsa.

LA CLASSIFICA DELLA PRIMA GIORNATA DI TEST

1 Massa (Williams) 1m19.726s – super-soft
2 Ricciardo (Red Bull) 1m19.900s – ultra-soft
3 Vettel (Ferrari) 1m19.906s – soft
4 Hamilton (Mercedes) 1m20.456s – soft
5 Bottas (Mercedes) 1m20.924s – soft
6 Ocon (Force India) 1m21.347s – soft
7 Hulkenberg (Renault) 1m21.589s – soft
8 Magnussen (Haas) 1m21.676s – soft
9 Kvyat (Toro Rosso) 1m21.743s – soft
10 Vandoorne (McLaren) 1m22.537s – soft
11 Wehrlein (Sauber) 1m23.336s – soft
12 Ericsson (Sauber) 1m23.630s – soft
13 Palmer (Renault) 1m24.790s – soft

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top