Combinata nordica, Coppa del Mondo 2017. Frenzel, che colpo! Vince a Trondheim e torna in testa alla classifica! Podio tutto tedesco con Rydzek e Riessle. Costa e Pittin nelle retrovie

frenzel2.jpg

Eric Frenzel torna cannibale e nella tappa di Trondheim piazza un colpo sensazionale, vincendo la Gundersen LH e scalzando Johannes Rydzek dalla vetta della classifica generale della Coppa del Mondo 2016/17 di combinata nordica. Il fuoriclasse tedesco ha approfittato dell’annullamento del segmento di salto dal trampolino HS140 a causa del forte vento e della nevicata che si è abbattuta sul percorso per sfruttare il margine acquisito nel Provisional Competition Round e fare gara di testa, ponendosi subito al comando di un terzetto che includeva anche il connazionale Manuel Faisst e l’austriaco Mario Seidl e andando in fuga al km 7 per poi tagliare il traguardo in solitaria a braccia alzate, consapevole dell’importanza del sigillo odierno.

Frenzel ora può legittimamente sognare la conquista della quinta Coppa del Mondo consecutiva, un traguardo storico che a due gare dal termine appare più che plausibile ma resta in bilico a causa della straordinaria rimonta di Rydzek che, partito undicesimo, è risalito fino alla seconda posizione, staccando nel finale i suoi avversari e giungendo all’arrivo con 19”2 di ritardo dal vincitore. L’egemonia teutonica si è concretizzata poi con il terzo posto di Fabian Riessle, che ha battuto in volata il giapponese Akito Watabe, vincitore delle ultime due Gundersen, e ha completato un podio tutto tedesco per la sesta volta in stagione, testimonianza evidente di un dominio che ha caratterizzato l’intera annata.

Seidl e Faisst si sono accontentati rispettivamente del quinto e del sesto posto, mentre il solo Magnus Moan è riuscito ad entrare nella top ten sulle nevi di casa, confermando la crisi attuale del movimento norvegese, causata anche dalle precarie condizioni del talentuoso Jarl-Magnus Riiber, assente ormai da tempo dalle gare. Non hanno brillato i due azzurri Samuel Costa e Alessandro Pittin. Il primo, dopo un discreto PCR, non è riuscito a fare la differenza sugli sci stretti, cedendo ulteriori posizioni e chiudendo con un anonimo 19° posto a 1’53”9 da Frenzel. Il carnico, invece, partito 38° ai nastri di partenza della 10 km, ha recuperato 10 posizioni e ha chiuso la sua prova al 28° posto con 2’23”7 di ritardo dal vincitore.

CLASSIFICA FINALE

1 Eric Frenzel (GER) 25’10”9

2 Johannes Rydzek (GER) +19”2

3 Fabian Riessle (GER) +22”2

4 Akito Watabe (JPN) +22”7

5 Mario Seidl (AUT) +31”4

6 Manuel Faisst (GER) +34”9

7 Magnus Moan (NOR) +1’07”7

8 Ilkka Herola (FIN) +1’36”1

9 Francois Braud (FRA) +1’38”0

10 Bernhard Gruber (AUT) +1’39”6

19 Samuel Costa (ITA) +1’53”9

28 Alessandro Pittin (ITA) +2’23”7

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto: Facebook FIS Nordic

Lascia un commento

Top