Calcio femminile, Cyprus Cup 2017: Italia-Svizzera 0-6, “Caporetto azzurra” a Larnaca

Sara-Gama-calcio-femminile-Pagina-FB-Gama.jpg

E’ notte fonda per la Nazionale di calcio femminile di Antonio Cabrini nella Cyprus Cup 2017. Le azzurre sono state sconfitte con un pesante 6-0 dalla Svizzera allo Stadio Antonis Papadopoulos di Larnaca. Una goleada subita dalla nostra compagine che disputerà la finalina per l’11esimo posto mercoledì 8 contro la Nuova Zelanda.

Comincia subito male l’incontro per le italiane: palla persa a centrocampo da Elena Linari e Fabienne Humm trafigge Alessia Gritti con un geniale pallone dalla distanza. Le nostre portacolori non riescono a giocare, pressate dalle elvetiche, abili a ripartire molto velocemente. Le svizzere vanno vicine al raddoppio (18′) sugli sviluppi di un calcio piazzato dove un perentorio colpo di testa di Rahel Kiwic obbliga ad un difficile intervento il portiere tricolore. L’appuntamento con il gol però è solo rimandato per le rossocrociate: Gritti sbaglia completamente il tempo dell’uscita consentendo a Géraldine Reuteler di siglare la seconda rete. Formazione di Cabrini che inizia finalmente ad uscire dal proprio guscio avendo una buona occasione in contropiede con Valentina Bergamaschi ma inesorabilmente deve raccogliere il pallone, per la terza volta, nella propria porta per effetto della realizzazione di Lia Wälti, ottimamente servita da Vanessa Bürki. Sullo score di 3-0 si conclude la prima frazione.

Nella ripresa il canovaccio dell’incontro non cambia ed è ancora la Svizzera ad andare a segno grazie a Reuteler (doppietta). Le azzurre provano a farsi vedere dalla parti di Friedli con una buona conclusione di Bonansea, parata dall’estremo difensore elvetico. Sempre l’esterno del Brescia al 72′ si rende pericolosa con un pallonetto che termina la propria corsa sopra la traversa. Tuttavia, sono sempre le svizzere a trovare la via della rete con Ana-Maria Crnogorčević prima in contropiede e poi su rigore concesso per fallo in area del portiere italiano su Florijana Ismaili. Una “Caporetto” resa ancor più amara dalla traversa di Bonanesa al 90′.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina facebook Sara Gama

Tag

Lascia un commento

Top