Calcio, Champions League 2017. Napoli, è la tua notte dei desideri! L’urlo dei 60mila del San Paolo può stordire il Real

Insigne-Napoli-Gianfranco-Carozza.jpg

Parola d’ordine: crederci. Il morale ritrovato dopo il successo all’Olimpico contro la Roma ha restituito al Napoli la fiducia per tentare la rimonta nel ritorno dell’ottavo di finale di Champions League contro i campioni in carica del Real Madrid, una corazzata che di recente però sta mostrando qualche crepa. Sognare è lecito, ma sarebbe ancor più lecito “segnare” almeno due reti per mettere i brividi ai Galacticos e realizzare un miracolo che resterebbe incastonato con un marchio a fuoco nell’almanacco delle grandi imprese calcistiche del nuovo millennio, trascinando il Napoli ai quarti di finale per la prima volta nella sua storia.

L’urlo dei 60mila del San Paolo accompagnerà l’ingresso in campo delle squadre e l’inno della Champions, intonato a gran voce dai supporters partenopei, stavolta risuonerà con veemenza ancora maggiore nelle orecchie e nell’anima dei Blancos, a cui potrebbero persino tremare le gambe a dispetto dei trofei che impreziosiscono la bacheca più invidiabile dell’intero panorama calcistico. La squadra remissiva dell’andata è già un lontano ricordo, al San Paolo sarà tutta un’altra storia.

Reina sembra tornato sui livelli dell’inizio dello scorso anno ed è carico a mille dopo aver neutralizzato la Roma con le sue straordinarie parate. I due ex Albiol e Callejon promettono di vendere cara la pelle, mentre Hysaj e Ghoulam si accingono ad un supplemento di lavoro per marcare Bale e Ronaldo, ma hanno studiato a fondo i propri avversari e sono pronti a sostenere l’esame di maturità.

Ma sarà soprattutto la partita di Hamsik, il capitano di mille battaglie smanioso di far esplodere di gioia i suoi tifosi, di Mertens, il folletto belga tornato ad entusiasmare la platea dopo la doppietta che ha steso i capitolini e pronto a mandare in tilt anche la difesa madrilena con le sue serpentine, e di Insigne, lo scugnizzo che ha già punito il Real all’andata e che potrebbe ripetersi anche al San Paolo, magari con un gol decisivo per la qualificazione. E come in una bella favola, la notte dei desideri azzurri potrebbe recare la firma di San Lorenzo. E chissà che le “stelle cadenti” stavolta indossino proprio la camiseta blanca

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

 Foto di Gianfranco Carrozza

Lascia un commento

Top