Biathlon, Mondiali 2017: le percentuali degli azzurri al poligono, Runggaldier con l’89%, Windisch risale a 82%

IMG_2532.jpg

Foto: Michele Persico


Gli azzurri si sono ben comportati nel contesto della preolimpica di PyeongChang, valida anche per la settima tappa della Coppa del Mondo di biathlon. Sono arrivati dei discreti risultati a livello individuale, soprattutto in campo maschile con Dominik Windisch e Lukas Hofer, mentre le ragazze si sono difese con piazzamenti vicini alla top ten.

Iniziamo proprio dalle donne, dove la più precisa tra le azzurre è Alexia Runggaldier. Per la 25enne della Val Gardena, spesso tra le migliori al poligono, è arrivata la medaglia iridata a Hochfilzen. La percentuale per l’atleta delle Fiamme oro nel tiro a terra si attesta al 90% mentre in piedi scende all’88%, per una media complessiva dell’89,0% (276/310).

Perde leggermente terreno Dorothea Wierer. La 26enne delle Fiamme Gialle ha ottenuto delle discrete prestazioni sugli sci ma non è riuscita a confermare la consueta stabilità al tiro, risultando fallosa nelle ultime uscite: complessivamente in stagione sta sparando con l’85.1% in gare individuali (298/350 – 87% a terra, mentre è all’83% in piedi).

Segue poco distante la giovane Lisa Vittozzi che ha ottenuto il suo miglior risultato in carriera nella sprint iridata, mancando la medaglia di bronzo per soli due decimi, disputando comunque un Mondiale al di sopra delle aspettative, sempre tra le big. La 22enne di Sappada ha commesso degli errori soprattutto nelle serie a terra, il suo punto di forza, dove in stagione spara con l’86%. Complessivamente viaggia con l’83,9 % al tiro (235/280 – 86% a terra, 81% in piedi).

A riposo nelle gare individuali Federica Sanfilippo, atleta della Val Ridanna, che ha disputato in questa tappa unicamente la staffetta femminile a causa di un forte mal di gola. La poliziotta finora spara con il 75,6% (242/320 – 82% a terra, 69% in piedi).

Leggermente più basse le percentuali azzurre in campo maschile, dove due atleti si attestano sopra l’80%: tra questi c’è Lukas Hofer, che ha disputato un buon weekend in Corea. L’atleta dei Carabinieri spara finora con l’81,6% al tiro, ossia 78% a terra e l’85% in piedi (204/250). Sempre vicino come percentuali Dominik Windisch, che rimane il migliore azzurro a terra con l’84%, sebbene abbia commesso tre errori nella seconda serie dell’inseguimento. In piedi invece ha avuto più difficoltà finora in stagione con il 80% per un complessivo 82,0% (287/350).

Più distante a livello di numeri Thomas Bormolini. Il livignasco in questa stagione ha avuto diverse difficoltà al poligono a livello di percentuali (116/150 – 78.4% ossia 73% terra, 81% piedi).

Racimola altri punti in Coppa del Mondo Giuseppe Montello: 79% a terra, 72% in piedi per un complessivo 75.3%.

Percentuali PyeongChang

nicolo.persico@oasport.com

Foto: Michele Persico

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top